John Lennon - Imagine 50th Anniversary - con Paola Maugeri

Best Rock

John Lennon - Imagine 50th Anniversary - con Paola Maugeri

Lo speciale dedicato al cinquantesimo anniversario del leggendario album del rocker inglese

Lo speciale dedicato al cinquantesimo anniversario di Imagine, il leggendario album di John Lennon

A cura di Paola Maugeri

Giovedì 9 Settembre - Ore 22:00

Imagine compie cinquanta anni. Pubblicato nel 1971, il quinto album di John Lennon diventa uno dei dischi più importanti di tutti i tempi, dieci canzoni che simboleggiano il significato più profondo della musica e di ogni forma d’arte, quello di elevare l’umanità. Il fulcro dell’album è una canzone di tre minuti semplice e minimale che John Lennon scrive suonando una serie di accordi in Do Maggiore su un pianoforte Steinway bianco nella sua casa di campagna di Tittenhurst in Inghilterra: è Imagine, in cui racconta il sogno di un mondo di pace che può diventare reale se tutti lo vogliamo con queste parole: “Puoi dire che sono un sognatore, ma non sono l’unico”.

«Io e John eravamo due artisti che vivevano insieme e si ispiravano l’uno con l’altra» ha detto Yoko Ono in occasione del 50anniversario della canzone più universale della storia, un inno di pace definitivo che non ha perso nulla della forza e dell’urgenza del suo messaggio, «Quella canzone rappresenta tutto quello in cui credevamo». John Lennon ha detto di aver preso spunto da “Grapefruit”, un libro di poesie pubblicato nel 1964 da Yoko Ono e di aver aggiunto nel testo di Imagine tutto il suo spirito ribelle, la sua visione critica della società capitalista, del nazionalismo e delle religioni: «Imagine ha un messaggio di rivolta molto forte, che è stato accettato solo perché io l’ho ricoperto di zucchero».

La semplicità di Imagine è sempre stata la sua forza, oltre alla pura bellezza dell’interpretazione di John Lennon e all’arrangiamento di archi elegante creato dal produttore Phil Specrtor, che hanno reso comprensibile da tutti e famosa in tutto il mondo, e quindi in un certo senso più reale, la sua visione utopica di un mondo senza guerre e senza confini. «Io venivo dall’est, John veniva dall’ovest. Ci siamo incontrati e ci siamo uniti e siamo ancora insieme ancora oggi» ha detto Yoko Ono, «Credevamo davvero in questa unione e nell’idea che tutto il mondo possa essere una cosa sola, che si possa essere tutti felici insieme. Imagine contiene una serie di istruzioni alle persone su come trascorrere l’eternità».

Foto

Video