A Momentary Lapse Of Reason: 5 cose che forse non sai sul primo album dei Pink Floyd senza Roger Waters

Rock News

A Momentary Lapse Of Reason: 5 cose che forse non sai sul primo album dei Pink Floyd senza Roger Waters

Il 7 settembre 1987 i Pink Floyd sotto la guida di David Gilmour pubblicavano il loro primo album dall'uscita di scena di Roger Waters

Il 7 settembre 1987 i Pink Floyd tornarono con tutta la loro potenza musicale con l'album "A Momentary Lapse Of Reason", il primo senza Roger Waters. La genesi dell'album fu del tutto casuale (tutto nacque dall'idea del terzo disco solista di Gilmour) e molti pensavano che la band fosse definitivamente finita dopo l'uscita di "The Final Cut" con cui Roger Waters si congedò (nel 1985) da David Gilmour e Nick Mason (Richard Wright era già stato "licenziato" da Waters durante il periodo che portò al completamento di "The Wall").

L'inaspettato ritorno della band, capitanata dalle idee di David Gilmour, spiazzò Roger Waters che tentò in tutti i modi di impedire l'uscita dell'album, sostenendo che senza di lui i Pink Floyd non potevano esistere. Ne seguì un'aspra battaglia legale che fece perdere la pazienza al pacato Gilmour che in un'intervista dichiarò "Roger è come un cane in una mangiatoia e io lo combatterò".

Ma come è nato questo disco che riportò i Pink Floyd in cima all'olimpo del rock, specialmente dal punto di vista dei concerti?
Scopriamolo insieme con queste 5 curiosità che forse non conosci.

1. IL DISCO VENNE REGISTRATO NELLA NUOVA CASA/STUDIO SUL TAMIGI DI DAVID GILMOUR

L'Astoria è una barca costruita originariamente nel 1911 e vanne acquistata da David Gimour, che la trasformò nella sua casa/studio. All'interno di questa bellissima struttura sono stati registrati gli ultimi tre album dei Pink Floyd, "A Momentary Lapse Of Reason", "The Division Bell" e "The Endless River". 

Il produttore Bob Ezrin, che venne chiamato a produrre insieme a Gilmour il disco che avrebbe riportato i Pink Floyd sulle scene, dichiarò che “lavorare lì è stato semplicemente magico, così stimolante. Con i bambini che correvano lungo le rive del fiume e le anatre che volavano lì attorno..."

Guarda il video in cui David Gilmour racconta le sessioni di registrazione all'interno dello storico studio:

2. IL TASTIERISTA RICHARD WRIGHT VENNE ASSUNTO ASSUNTO E PAGATO COME SESSION MAN DURANTE LE SESSIONI DI REGISTRAZIONE

Richard Wright si allontanò dalla band nel 1979 a causa delle divergenze creative con Waters. Dato che Waters era fuori dalla band, e avendo sentito che i Pink Floyd stavano progettando un nuovo album, la moglie di Wright si rivolse direttamente a Gilmour chiedendogli di coinvolgere nuovamente il marito nel processo creativo per il nuovo disco. Ma esistevano problemi legali che bloccavano letteralmente la "reunion" con Wright.

Per via del "licenziamento" a opera di Waters, il tastierista venne letteralmente assunto per le registrazioni di "A Momentary Lapse Of Reason", con uno stipendio settimanale di circa 11.000 dollari. Anche se alla fine il tastierista riuscì a riunirsi con Gilmour e Mason, il contributo autoriale di Wright all'album fu davvero esiguo: la maggior parte delle partiture per le tastiere erano già state scritte.

3. DA PROGETTO SOLISTA DI GILMOUR A NUOVO ALBUM DEI PINK FLOYD: "A MOMENTARY LAPSE OF REASON" DIVENNE IL PRIMO ALBUM SENZA ROGER WATERS

David Gilmour originariamente aveva pensato di pubblicare A Momentary Lapse of Reason come un album solista. La decisione di farlo diventare un disco dei Pink Floyd arrivò dopo aver sistemato la questione del nome con Roger Waters. Il disco vide l'esordio di Gilmour anche alla scrittura dei testi per i Pink Floyd, nello specifico per il brano "Sorrow", la bellissima suite che chiude il disco. Secondo quanto raccontato da Gilmour il brano nacque di getto, in preda alla rabbia e allo sconforto per le vicende legali e personali che affliggevano il rinato gruppo: "Fu un momento veramente difficile. È una cosa davvero grande poter continuare a fare qualcosa del genere. Con Roger se ne era andata anche una grande parte del progetto, un grande talento e il nostro paroliere principale. Quindi fu difficile. Eravamo nel mezzo di una causa legale e mentre facevo ogni cosa restavo al telefono con gli avvocati. Tuta quella roba stava divorando noi e il nostro tempo.

Ma fu proprio quella canzone, "Sorrow", a convincere Gilmour a far decollare nuovamente il nome dei Pink Floyd: "quella canzone è arrivata da me come una magia, dal nulla. Mi sono seduto e ho praticamente scritto cinque versi per una canzone per la quale non avevo ancora la musica... Non l'avevo mai fatto prima. È sempre stata la musica ad arrivare per prima. Con Sorrow le parole sono arrivate per prime e poi ho scritto la musica per adattarla. Sono andato in studio e l'ho messa insieme, è stato quello il momento in cui ho pensato che fosse chiaro a tutti che quella era la direzione in cui dovevamo andare. Era era una buona canzone. Ha dato un senso alle altre canzoni e questo mi ha dato fiducia su dove stavamo andando."

4. IL PROGETTO PER LA COPERTINA VIDE IL RITORNO DEL GRANDE ARTISTA STORM THORGERSON. CURÒ GLI ARTWORK DELLA BAND FINO AD ANIMALS DEL 1977

Storm Thorgerson, che aveva già lavorato insieme ai Pink Floyd per la progettazione e realizzazione delle copertine dei loro album fino ad "Animals" del 1977, venne richiamato da David Gilmour, Nick Mason e Richard Wright per creare l'artwork di "A Momentary Lapse of Reason!. La copertina dell'album mostra una schiera di letti da ospedale (ben 500) adagiati sulla spiaggia di Saunton Sands nel Devon, la stessa che compare in alcune scene del film "The Wall" del 1982. 

Per la prima volta dal 1971 il disco contiene una foto della band. L'ultima pubblicata all'interno di un album fu per la pubblicazione di "Meddle".

5. IL TOUR DI "A MOMENTARY LAPSE OF REASON" OTTENNE UN INCREDIBILE SUCCESSO

Anche se la le recensioni di A Momentary Lapse of Reason al momento dell'uscita del disco furono molto discordanti, l'album debuttò direttamente alla terza posizione nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Il tour che accompagnò l'uscita dell'album fu un vero successo. La band si esibì in Europa (di quel tour era la data che portò la band a esibirsi su una piattaforma galleggiante davanti a Piazza San Marco di Venezia), Australia e Giappone, con addirittura due tour in Nord America. In totale la band suonò più di 200 concerti guadagnando circa 75 milioni di dollari. Durante le cinque diverse serate tenute al Nassau Coliseum di Long Island a New York, nell'agosto 1988, la band registrò il materiale audio e video per quello che sarebbe diventato il bellissimo disco live "Delicate Sound Of Thunder".

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD