U2: la storia e i segreti di Beautiful Day, il brano che riportò la band di Bono in cima all'olimpo del rock

Rock News

U2: la storia e i segreti di Beautiful Day, il brano che riportò la band di Bono in cima all'olimpo del rock

Dal titolo originario all'intervento di Brian Eno, The Edge racconta i momenti fondamentali della genesi del brano

It’s a Beautiful Day degli U2, uno dei ritornelli più potenti mai cantati da Bono, nasce da una promessa: gli U2 sono in studio a lavorare sull’album All That You Can Leave Behind del 2000 e dicono al loro produttore Jimmy Iovine che sarebbero andati avanti a registrare e sistemare l’album con cui come ha detto Bono «Stiamo facendo domanda per riprenderci il posto di migliore rock band del mondo» fino a quando lui non gli avesse detto che avevano un singolo valido da lanciare per primo.

Vanno avanti fino a quando Jimmy Iovine ascolta Beautiful Day e dice: «Eccolo». Il singolo va al numero uno in Inghilterra, Irlanda e in altri otto paesi nel mondo, tra cui l’Italia, e al numero 21 in America, fa vincere agli U2 tre Grammy Award e viene suonata dagli U2 ad ogni concerto a partire dall’Elevation Tour del 2001.

The Edge ha raccontato che questo pezzo ha attraversato varie fasi di lavorazione in studio, è iniziato con un ritmo diverso, poi c’è stato l’intervento di Brian Eno alla produzione, ma tutto è andato al posto giusto proprio quando Bono ha proposto il ritornello, It’s a beautiful day: «Sono parole che possono sembrare semplici o scontate» ha detto The Edge, «Ma combinate alla musica hanno creato un effetto potentissimo, e noi ce ne siamo accorti subito».

La band che vuole riprendersi il posto di migliore rock band del mondo (Bono fa questa celebre dichiarazione sul palco dell’Astoria Theater durante un concerto il 7 febbraio 2001) ha passato gli anni ’90 a cercare di allontanarsi dal successo con il suono dark, sperimentale e rivoluzionario di Achtung Baby, Zooropa e Pop, immergendosi nell’elettronica dopo aver reso omaggio al rock americano e scrivendo testi più disillusi e «Ad un certo punto però abbiamo capito di aver portato lo schema della decostruzione di una rock’n’roll band al massimo livello possibile» ha detto The Edge.

Gli U2 vogliono tornare ad essere gli U2 ed entrano in studio con Daniel Lanois che ha prodotto The Joshua Tree. Beautiful Day è una delle prime canzoni delle session, e si intitola Always. La produzione elettronica di Brian Eno, che unisce il suono di archi creati con il sintetizzatore al ritmo della drum machine trasformano il brano in un crescendo travolgente, in cui la grande intensità e l’estensione della voce di Bono tornano ad essere lo strumento più potente degli U2. «It’s a Beautiful Day non è la descrizione di dove eravamo come band» ha detto Bono in occasione dei 20 anni di All That You Can’t Leave Behind, «E’ una preghiera per dove volevamo arrivare».

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Xmas
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: QUEEN