Bruce Springsteen racconta della prima volta in cui ascoltò una sua canzone alla radio: "Rimasi sotto shock e in estasi"

Rock News

Bruce Springsteen racconta della prima volta in cui ascoltò una sua canzone alla radio: "Rimasi sotto shock e in estasi"

"Una macchina si è fermò all'angolo della strada. un tizio abbassò il finestrino e dalla radio si sentiva suonare Spirit in the Night"

Nella sua autobiografia, Born to Run, Bruce Springsteen ha dato una definizione incredibile della radio e dell’importanza che ha avuto nella sua vita, grazie a sua madre Adele Zerilli che la teneva sempre accesa nella casa in cui è cresciuto a Freehold, New Jersey.

«La musica alla radio è un sogno febbrile condiviso, un’allucinazione collettiva, un segreto spifferato a milioni di persone, una voce che sussurra all'orecchio del Paese intero. Se è dirompente, sovverte il messaggio trasmesso tutti i giorni dalle autorità costituite, dalle agenzie pubblicitarie, dai mezzi di comunicazione di massa, dalle società di informazione e più in generale dai custodi dello status quo, abituati come sono a intorpidirci la mente, anestetizzarci l'anima e mortificare ogni traccia di vitalità».

In un’intervista con BBC Radio 1, Bruce ha anche raccontato la prima volta in cui ha sentito un suo pezzo passare in radio.

Era il 1973, aveva appena firmato un contratto discografico con la Columbia Records dopo la prima leggendaria audizione del 12 maggio 1972 con John Hammond e il 5 gennaio 1973 ha pubblicato l’album di esordio Greetings from Asbury Park, N.J.  È un album che nasce dalla fame, dall’esigenza di uscire dalla vita senza prospettive che lo aspetta nel New Jersey e dalla voglia di raccontare storie. Bruce e il suo manager Mike Appel lo hanno registrato con la E Street Band ai 914 Sound Studios uno studio molto economico fuori New York, per risparmiare al massimo sull’anticipo della Columbia. Contiene alcuni dei pezzi più narrativi e struggenti della sua carriera, da Lost in the Flood  a It’s Hard to Be a Saint in the City a Mary Queen of Arkansas, storie di persone ai margini in cerca di riscatto nelle strade del New Jersey, costruite come sceneggiature di film, ma il presidente della Columbia Clive Davis lo rifiuta perché non contiene nessun pezzo che possa essere lanciato come singolo.

Bruce scrive velocemente due canzoni nuove, Blinded by the Light e Spirits in the Night, che vengono registrate l’11 settembre 1972 ed escono come primo e secondo singolo nel febbraio e maggio del 1973. L’album viene ben accolto dalla critica (la rivisita Crawdaddy scrive: “Springsteen canta con una freschezza e una urgenza che non si sentiva da quando siamo stati colpiti da Like a Rolling Stone”), ma vende pochissimo. Però, come ha raccontato a BBC Radio, un giorno Bruce ottiene la prima grande soddisfazione della sua carriera: «Ero all’angolo di una strada nel Connecticut, una macchina si è fermata davanti, il tizio ha abbassato il finestrino e dalla radio si sentiva suonare Spirit in the Night. Volevo correre verso di lui e gridare: hey, sono io! Ma non l’ho fatto, sono rimasto fermo lì, sotto shock e in estasi».

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio On-Air
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio Rock 2K