Richie Sambora parla dell’addio ai Bon Jovi: “Non ho avuto altra scelta. Ma non provo alcun rancore nei confronti della band"

Rock News

Richie Sambora parla dell’addio ai Bon Jovi: “Non ho avuto altra scelta. Ma non provo alcun rancore nei confronti della band"

Il chitarrista ha spiegato che la sua decisione è stata dettata dal desiderio di trascorrere più tempo insieme a sua figlia

Com’è noto, nel 2013 Richie Sambora ha abbandonato i Bon Jovi, anche se il frontman della band Jon non ha mai nascosto il suo dispiacere per l’addio del chitarrista. Oggi il musicista è tornato a parlare della vicenda in una nuova intervista per People, ribadendo di aver lasciato la band per poter trascorrere più tempo con la figlia Ava che oggi ha 23 anni.

Non è stata una decisione facile ovviamente – ha spiegato il musicista 61enne – ma non ho avuto davvero altra scelta. Sinceramente, avevo molte cose da sistemare nella mia vita personale. Abbiamo vissuto tante cose insieme. Quello era un periodo di difficoltà a livello psicologico per la mia famiglia. Sapete, io non sono un angelo. Ma mi sono reso conto che mia figlia Ava a quel punto aveva bisogno che io fossi presente. La famiglia doveva venire prima di tutto, ecco quello che è successo. Adesso sono davvero felice di aver preso quella decisione. Di certo ha funzionato per la mia famiglia. La mia ex moglie Heather sta molto bene adesso, e anche Ava sta benissimo”. A ottobre, poco dopo il suo compleanno e la laurea alla Loyola Marymount University, la ragazza ha rilasciato delle dichiarazioni proprio su questo argomento: “Per mio padre quella di lasciare il palco è stata la decisione giusta – ha detto sempre a People – voleva fare il papà a tempo pieno. Alla fine, stava soffrendo per stare così tanto tempo in giro. Adesso non ha alcun rimpianto per aver lasciato la band”.

Dopo l’addio alla band, il rapporto tra Sambora e Ava è migliorato molto e ora sono più uniti che mai. Si sono riavvicinati anche grazie al tempo trascorso insieme nelle piccole cose di ogni giorno, come quando il chitarrista la accompagnava a scuola: “È proprio in quel momento che potevamo parlare – ha raccontato scherzando – lei era prigioniera nella mia macchina per quei 30 minuti. Non poteva scendere. Così ho potuto capire di cosa avesse bisogno, come stesse e tutte queste cose. Siamo sempre stati molto aperti, abbiamo sempre avuto un rapporto basato sul dialogo. Le ho semplicemente detto ‘Ehi, puoi dirmi qualsiasi cosa. Starò al tuo fianco’. Sono molto orgoglioso di lei e della persona che è diventata. È una ragazza incredibile con un futuro brillante. Si è impegnata per essere una brava persona ed è quello che è”.

L’addio alle scene ha consentito a Sambora di migliorarsi non solo come padre, ma anche come musicista: “Adesso mi esercito molto di più di prima – ha rivelato – continuo a imparare un sacco di cose diverse. Scrivo e compongo in modo folle e sta andando bene. Sto lavorando con molti altri artisti e suono il piano meglio di quanto abbia mai fatto. Sto impiegando il mio tempo a cercare di migliorare in ogni cosa”.

I problemi del passato, insomma, ormai sembrano solo un vago ricordo. Richie Sambora ha avuto problemi di dipendenza da alcol e droghe, motivo per il quale ha dovuto seguire diversi periodi in riabilitazione tra il 2007 e il 2011. Oggi il chitarrista ammette che alla fine lo stile di vita rock che ha seguito per anni gli è costato caro: “Dio mio, quando ripenso al passato ed elenco i tour che abbiamo realizzato… - ha detto – una volta siamo stati 18 mesi e mezzo in giro, in 52 Paesi diversi. Alla fine c’era bisogno di una pausa. Perché abbiamo fatto tutto questo circa 14 volte nell’arco di 31 anni”.

Il musicista, insomma, ha deciso di fermarsi ma non esclude la possibilità di tornare a far parte dei Bon Jovi un giorno, se le circostanze glielo permetteranno: “Dovrebbe verificarsi una situazione speciale affinché io torni nel gruppo – ha detto circa due mesi fa al Daily Mail – di certo non ci sto pensando adesso. In ogni caso, non provo alcun rancore nei confronti della band. Quando qualcuno dice che io devo rimettere la mia vita a posto mi viene da ridere. Io adesso sono la persona più felice del mondo”.

Il chitarrista con queste parole ha risposto a Jon Bon Jovi, il quale, pochi giorni prima, gli aveva lanciato un messaggio ben chiaro: “Non passa giorno in cui io non desideri che Richie rimetta a posto la sua vita e fosse ancora nella band – ha dichiarato a Rock Antenne – tuttavia, in uno strano modo, è proprio a causa dell’impossibilità di tornare a suonare tutti insieme che siamo riusciti ad andare avanti e a comporre This House Is Not For Sale”.

La storia di Sambora con i Bon Jovi è iniziata nel 1983: il musicista ha anche composto molte hit della band, ma per ora sembra non avere intenzioni di tornare a esibirsi. Si è riunito con i suoi ex compagni solo una volta, nel 2018, in occasione dell’ingresso dei Bon Jovi nella Rock and Roll Hall of Fame. Nel frattempo, la band è andata avanti e nell’ottobre scorso ha pubblicato il nuovo album, Bon Jovi 2020, un disco che contiene anche dei pezzi scritti in questi ultimi mesi e ispirati a ciò che è accaduto nel mondo, dalla pandemia fino al Black Lives Matter.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Rock Hits
 
Nandi Bushell ha realizzato la la drum cover di We Are The Champions dei Queen. Guarda il video
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock '90