AC/DC, ecco perché Angus Young indossa l’uniforme da scolaretto. La storia del look diventato leggenda

Rock News

AC/DC, ecco perché Angus Young indossa l’uniforme da scolaretto. La storia del look diventato leggenda

L’abbigliamento del chitarrista è ormai un tratto distintivo della band

Angus Young è famoso per il suo look di scena che è davvero molto particolare: il chitarrista degli AC/DC, infatti, indossa da sempre un’uniforme da scolaretto, con tanto di pantaloni corti, cravatta e berretto. Non tutti, però, sanno perché il musicista ha deciso di utilizzare questo tipo di abbigliamento, diventato ormai un tratto distintivo della band.

Angus ha iniziato a vestirsi così nell’aprile del 1974 per un concerto all’aperto al Victoria Park di Sydney: l’idea dell’uniforme da scolaretto gli fu suggerita dalla sorella maggiore Margaret e dal fratello Malcolm. Come riporta Louder Sound, prima di quel giorno il chitarrista aveva indossato altri strani costumi, come quello da gorilla, quello da Zorro e quello da Superman. Malcolm Young, però, per quel concerto voleva che la band si presentasse in modo più serio ed elegante, così lui indossò una tuta da aviatore, mentre per il fratello pensò all’uniforme scolastica, che fu chiesta in prestito per l’occasione al figlio di Margaret.

Gli altri componenti degli AC/DC, invece, provarono l’uniforme dei poliziotti di New York, un completo glam rock e un costume da Joker per quel concerto, ma alla fine fu ritenuta idonea solo l’uniforme destinata ad Angus per la nuova immagine che la band voleva dare di sé. Nonostante sul palco si sia sempre mostrato molto disinvolto, lanciandosi anche in quello che poi è diventato il suo famoso passo, ossia il cosiddetto “duck walk”, in realtà Angus Young non era molto sicuro di sé e temeva ancora molto le esibizioni dal vivo.

Ancora oggi, quando parla di quella performance del 1974, Angus la ricorda come un’esperienza traumatica che gli causò molto nervosismo. Il fratello Malcolm fu costretto a spingerlo sul palco perché lui esitava ad abbandonare il backstage. “Quella fu la serata più spaventosa che io abbia mai vissuto per un live – ha dichiarato in una recente intervista per Guitar World – grazie a Dio, non ebbi il tempo di pensare. Andai diretto sul palco. La prima reazione del pubblico di fronte ai pantaloncini e a quella divisa fu simile a quella di un branco di pesci all’ora della pappa, ossia rimasero tutti a bocca aperta”.

Angus inizialmente non accettò di buon grado l’idea di indossare quei vestiti perché era consapevole del rischio di essere deriso: “Avevo una sola cosa in testa – ha rivelato – non volevo diventare bersaglio del lancio di bottiglie da parte di qualche tizio tra il pubblico. Pensai che se fossi rimasto fermo sarei diventato un bersaglio facile. Così non smisi mai di muovermi”.

Angus da allora non riuscì più a stare fermo sul palco: ancora oggi, durante i concerti, si muove in continuazione e questo, insieme alla sua uniforme da scolaretto, è un altro tratto distintivo del suo personaggio. Quando ha iniziato a suonare con gli AC/DC, il chitarrista aveva solo 18 anni ed è dunque comprensibile che fosse spaventato non solo dal successo e dalle esibizioni dal vivo, ma anche e soprattutto dalle possibili critiche.

Tuttavia, oggi le cose sono molto cambiate: per Angus l’uniforme non è più causa di nervosismo, anzi, al contrario, ha un effetto rilassante su di lui. “Di solito – ha commentato in proposito – non appena la indosso mi sento bene”. Ormai il chitarrista si sente al sicuro con i suoi abiti di scena di sempre e il gesto di indossargli fa parte di quel rituale che compie prima di ogni show e che comprende anche andare al bagno e fumare una sigaretta.

Tra l’altro, questo particolare costume di scena ha contribuito al successo di Young anche sotto altri aspetti. Bisogna premettere che, a differenza ad esempio di Bon Scott, il chitarrista non ha mai condotto una vita sopra le righe seguendo il tipico stile rock. Tuttavia, qualche serata folle se l’è concessa anche lui e, in queste occasioni, ha ricevuto delle avance molto particolari: “A causa della mia uniforme da scolaretto, alcune donne hanno cercato di abbordarmi comportandosi da mamme con me – ha rivelato Angus – dicevano che ero carino perché sono basso. Alcune donne venivano da me e facevano commenti audaci, ma non riesco a capire il perché - ha detto per poi concludere - Cosa c’è di sexy in uno scolaretto?”.

Nonostante queste bizzarre situazioni, per certi versi l’uniforme da scolaretto è stata davvero una fortuna per Angus: il chitarrista è rimasto l’unico componente della line-up originaria degli AC/DC, nonché l’unico ad aver suonato in ogni album e ad ogni concerto della band. Oggi ha 65 anni, ma lo spirito del ragazzino non lo abbandona: “Entri ed esci dalla parte – ha dichiarato ancora – e alla fine devi tornare alla persona che sei. Ed è la cosa più difficile da fare, perché una volta che entri nel ruolo di scolaretto, è piuttosto difficile uscirne”. In ogni caso, i fan di tutto il mondo ancora oggi continuano ad apprezzare questo suo personaggio diventato ormai un’icona degli AC/DC e del rock in generale.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock 2K
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Xmas
 
Nandi Bushell ha realizzato la la drum cover di We Are The Champions dei Queen. Guarda il video
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: OASIS