Yoko Ono, le sue condizioni si sarebbero aggravate: ha bisogno di cure e assistenza continua

Rock News

Yoko Ono, le sue condizioni si sarebbero aggravate: ha bisogno di cure e assistenza continua

La sua ultima apparizione risale a gennaio 2019, quando partecipò a una marcia sui diritti delle donne

Yoko Ono è sempre stato un simbolo di libertà e amore. Artista, musicista e cantautrice, la vedova di John Lennon oggi è su una sedia a rotelle e ha bisogno di assistenza 24 ore su 24. La sua ultima apparizione in pubblico risale a gennaio 2019 quando partecipò a una marcia sui diritti delle donne. 

Tre anni fa ricevette l'NMPA Centennial Song Award e fu accompagnata alla serata di premiazione dal figlio Sean. Nonostante il suo stato di salute, già precario all'epoca, Yoko incantò tutti con un discorso di ringraziamento davvero speciale. In giacca di pelle nera e panama bianco in testa, l'artista parlò della sua malattia. "Grazie, grazie, grazie", disse stringendo in una mano il premio e nell'altra il microfono. "Ho imparato molto dalla mia malattia, sono davvero grata per questo". 

Non si conosce esattamente quale sia la causa del suo stato di salute. Sappiamo che Yoko lascia raramente il suo appartamento del Dakota, cammina a fatica quando non è sulla sedia a rotelle, si aiuta con un bastone e chiede supporto al figlio o a una badante.

Elliot Mintz, un caro amico che la conosce da quasi 50 anni e che è anche il portavoce della famiglia, ha rivelato al The Post che le condizioni della donna sono delicate e negli anni si sono aggravate, come succede alle persone della sua età. Nonostante questo, "è forte come una volta", ha aggiunto. Il 28 febbraio ha compiuto 87 anni e fu quella l'ultima volta che Mintz la vide. Organizzò una festa di compleanno, dove erano presenti circa una trentina di persone, tra cui il co-fondatore della rivista "Rolling Stone" Jann Wenner e la cantante Cyndi Lauper. 

Tra i presenti al party c'era anche la prima figlia di Yoko, Kyoko, avuta dal suo primo marito Anthony Cox. Due anni dopo il divorzio, Cox fuggì con la figlia. Per anni l'artista ha cercato di entrare in contatto con lei e ci è riuscita solo dopo l'omicidio di John, avvenuto nel 1980. Oggi sono molto legate. 

Anche il figlio Sean ha con la madre un rapporto speciale. "Cenano insieme due o tre volte a settimana e ogni tanto Sean porta la madre come guest star nella sua band", ha rivelato l'amico Elliot. 

Mintz non si è mai spinto oltre sulla malattia della donna, ha sempre mantenuto un certo riserbo. "Ha spento le candeline con Sean ed è stata tra le ultime ad andarsene", ha detto riguardo alla sua festa di compleanno. "Era di buon umore. L'ho aiutata a salire sulla sedia a rotelle e poi in macchina. È un essere speciale. In questi 87 anni è come se ne avesse vissuto 400".

Yoko Ono è nata nel 1933 a Tokyo da una ricca famiglia di banchieri, caduta in disgrazia a causa della Seconda Guerra Mondiale. Fu costretta a fare la fame e a barattare oggetti domestici in cambio di un po' di cibo. Nonostante le privazioni in tempo di guerra, Ono ereditò il senso degli affari della sua famiglia. Oltre a diventare un'artista d'avanguardia - una volta aprì il suo spettacolo al MoMA urlando al microfono - è anche una donna d'affari, soprattutto nel settore immobiliare. Dopo il suo matrimonio con John Lennon nel 1969, iniziò ad accumulare un mini-impero di proprietà in tutto il mondo. Ha sempre collezionato opere d'arte, tra cui spiccano quelle di Andy Warhol, che fu suo grande amico.

Oggi l'artista vive ancora nella casa che ha condiviso con il cantante dei Beatles: un appartamento bellissimo di 9 stanze, nel quale ha adibito anche il suo studio. "Si svegliava presto ogni mattina, andava nello studio e gestiva gli affari di famiglia", ha detto Mintz, aggiungendo che John non aveva un vero senso per gli affari e spesso aveva bisogno del suo aiuto per capire anche le questioni finanziarie più banali, come quanto dare di mancia a un cameriere al ristorante.

Negli ultimi anni il suo patrimonio ha subito una battuta d'arresto: Yoko, infatti, ha venduto molti immobili. Possiede ancora 600 acri vicino alla città di Franklin, New York, ma gli abitanti del luogo hanno dichiarato che non si fa vedere da molto tempo. Continua ancora oggi la sua attività filantropica e di beneficenza: ha donato molto anche durante l'epidemia di Coronavirus.

Grazie a "Image", Yoko vinse l'NMPA Centennial Song Award nel 2017. Ma quel premio non fu l'unico quella sera: gli organizzatori le fecero anche un altro regalo. Le fecero ascoltare una clip audio inedita di John, in cui diceva che la canzone inno del 1971 apparteneva anche a lei, perché gran parte del testo e della melodia erano opera sua. "Ma in quei giorni mi sentivo più egoista e macho che mai, e in qualche modo ho dimenticato di menzionare il suo contributo", disse Lennon. 

Ascoltando l'audio, Yoko sorrise e aggiunse: "Questo è il momento più bello della mia vita".

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Classic Rock
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Ramones - The KKK Took My Baby Away
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD