Mötley Crüe, Tommy Lee: "ecco come portavamo la droga in tour con noi, eravamo diventati gli spacciatori di noi stessi"

Rock News

Mötley Crüe, Tommy Lee: "ecco come portavamo la droga in tour con noi, eravamo diventati gli spacciatori di noi stessi"

Tommy Lee ha svelato i trucchi che la band usava per nascondere le droghe durante i viaggi internazionali

«Eravamo diventati gli spacciatori di noi stessi». Tommy Lee ha raccontato così la vita al limite dei Mötley Crüe, nel corso di un'intervista con uno dei pochi personaggi che possono competere con loro in quanto a follia, trasgressione e sfrenatezza, pur non essendo una rockstar. È Steve O, stuntman e attore famoso per le sue performance estreme al limite dell’incoscienza nella serie televisiva e nei film di Jackass, la gang di spericolati stuntman guidata da Johnny Knoxville.

Uno che starebbe benissimo in una scena di The Dirt, il biopic che racconta senza filtri i Mötley Crüe negli anni in cui arrivavano al successo. Oggi, in attesa di Jackass che uscirà nel corso del 2021, Steve O posta sul suo canale YouTube le sue azioni spericolate per sostenere varie cause ambientali, è sobrio da 10 anni e conduce un podcast intitolato Steve-O’s Wild Ride.

Ma trovandosi di fronte una rockstar irriducibile come Tommy Lee, è normale che i due siano finiti a parlare degli argomenti più proibiti.

Tommy Lee ha svelato i trucchi che la band usava per nascondere le droghe durante i tour. «Non le tenevo mai addosso» ha detto, «Quando eravamo sul tour bus nascondevamo tutto nel condotto dell’aria condizionata, e in aereo facevamo dei buchi nella tappezzeria sopra i nostri sedili e le chiudevamo con il nastro adesivo. Non ci hanno mai beccato, ma ogni volta che passavamo una frontiera o la polizia saliva sul bus per un controllo ero terrorizzato».

È solo una delle storie incredibili con cui i Mötley Crüe si sono guadagnati il di band più pericolosa del rock dal 1981 (quando Vince Neil viene arrestato per aver picchiato una drag queen in un club perché gli ha venduto borotalco al posto della cocaina) fino al gennaio del 1987, quando tutta la band entra in clinica per disintossicarsi (si dice che in alcuni dei concerti al posto di Nikki Sixx sul palco di fosse un suo sosia)  e il manager della band, Doc McGhee viene arrestato per traffico di stupefacenti. Una storia che oggi i Mötley Crüe ricordano senza celebrare troppo, perché come hanno detto loro stessi, sanno di aver rischiato molto e di essere stati slavati dalla musica e dai fan che non li hanno mai abbandonati: «Per me la nostra storia è quella di una band di sopravvissuti» ha detto Nikki Sixx, «Quattro tipi con storie difficili alle spalle che si sono trovati in una rock band di successo e sono riusciti a superare tutto».

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Nandi Bushell ha realizzato la la drum cover di We Are The Champions dei Queen. Guarda il video
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock '90
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock Ballads