Mötley Crüe: ecco come la lavorazione di The Dirt ha salvato l'amicizia tra i membri della band

Rock News

Mötley Crüe: ecco come la lavorazione di The Dirt ha salvato l'amicizia tra i membri della band

La band ha recuperato i rapporti grazie all’esperienza e all’uscita del film autobiografico

Dopo l’uscita del biopic “The Dirt” lo scorso marzo, Nikki Sixx ha raccontato, commosso, che l’esperienza incredibile vissuta grazie a questo film autobiografico, ha salvato l’amicizia profonda tra i membri della band e li ha riportati ai “vecchi tempi”, dopo che si erano disconnessi l’un l’altro durante l’ultimo tour di addio del 2015.

La pellicola “The Dirt” si basa sull’omonimo libro di memorie dei Mötley Crüe, pubblicato nel 2001, “The Dirt. Mötley Crüe. Confessioni della band più oltraggiosa del rock”. All’interno sono, infatti, illustrati in modo molto dettagliato tutti gli aspetti negativi e quelli positivi della carriera del gruppo. Grazie all’uscita del film, Nikki e gli altri si sono riuniti per registrare quattro nuove canzoni per la colonna sonora: “Ero distaccato in tanti modi – racconta Sixx a proposito del tour d’addio alle scene – non ero distaccato sul palco ma non percepivo più quel senso di cameratismo dietro le quinte. Facevamo i nostri saluti ed eravamo cordiali tra di noi ma qualcosa si era rotto. Grazie al film ho però rivissuto i bei vecchi tempi”. Nel film si coglie molto chiaramente l’ottimo rapporto tra i componenti della band, specialmente fuori dal contesto musicale.

Il batterista Tommy Lee e il chitarrista Mick Mars alla domanda se fosse in arrivo qualche nuovo brano, hanno risposto: “È possibile”. Sixx, invece, ha riflettuto molto su cosa riserverà il futuro ai Mötley Crüe ma “la migliore sensazione è sentire che siamo fratelli e amici. Il rock’n’roll ti strappa fuori il cuore ed è difficile da gestire tutto questo”.

Un grande elogio ai componenti della band, per aver lavorato benissimo, è arrivato anche da Allen Kovac: “Vederli tutti in una stanza vuol dire limitare caos e pettegolezzi – ha detto lo storico manager – perché penso che questi ultimi possano davvero avvelenare la realtà. Quando finalmente li ho visti tutti insieme in una stanza, non ho potuto far altro che guardare la realtà: sono artisti intelligenti e riescono ad avere una visione completa, positiva e focalizzata sul loro lavoro”.

Foto

Video

Concorsi

Virgin Radio Life

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Classic Rock
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Rock Hits
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative