Eddie Vedder: "ho scritto il riff di Rearviewmirror quando facevo la guardia giurata prima di entrare nei Pearl Jam"

Rock News

Eddie Vedder: "ho scritto il riff di Rearviewmirror quando facevo la guardia giurata di notte prima di entrare nei Pearl Jam"

“Tornavo a casa la mattina alle 9 e volevo suonare qualcosa, ma avevo il cervello fuso e non riuscivo a suonare cose complicate”

Il 19 ottobre scorso i Pearl Jam hanno festeggiato il 25esimo anniversario dalla pubblicazione del loro secondo album, il celebre Vs: questo disco contiene canzoni molto amate dai fan, tra le quali una, Rearviewmirror, un pezzo che si apre con un riff nato in modo davvero singolare.

Durante un’intervista per SiriusXM, Eddie Vedder ha spiegato che questa è una canzone sul passato scritta dopo il primo album quando, arrivato a quel punto, si è reso davvero conto di aver cambiato vita e di suonare finalmente in una band che stava registrando un nuovo disco: “Avevo vissuto molti cambiamenti in solo un paio d’anni – ha spiegato – mi sentivo come se avessi appena superato un trauma, sembrava come uscire dalle sabbie mobili. Credo che il testo di questa canzone sia nato proprio da tutto questo”.

Il frontman ha spiegato che però il famoso riff l’ha creato prima di entrare nei Pearl Jam, quando di lavoro non faceva il cantante bensì la guardia giurata: “Per me era una sorta di mantra che suonavo con la chitarra – ha raccontato – ricordo che facevo i turni di notte e che tornavo a casa distrutto con il traffico delle 9 di mattina e mi mettevo a suonare, perché volevo suonare qualcosa, ma avevo il cervello talmente fuso da non riuscire a suonare qualcosa di complicato. Così suonavo questo riff, era come una meditazione per me. L’ho suonato per anni e anni finché a un certo punto l’ho trasformato in una canzone”.

Quando poi abbiamo iniziato a suonarlo – ha aggiunto - ci siamo resi conto che si sposava bene con il testo, mi faceva sentire come se stessi andando via in macchina, lasciandomi alle spalle qualcosa, una brutta situazione. C’è un’emozione in questa canzone, mi ricorda di tutte le volte in cui avrei voluto partire e andarmene”.

Quando è entrato nei Pearl Jam nel 1990, dunque, Eddie Vedder aveva già composto l’amato riff di Rearviewmirror ma non l’ha utilizzato fino alla composizione dei pezzi di Vs: “Ancora oggi quando lo suono mi riporta a quello stato meditativo, anche se in realtà è parecchio forte – ha spiegato - Quando lo suonavo nel mio appartamento sembrava una meditazione, ma adesso quando lo suono davanti al pubblico con la band sembra più una sorta di festa”.

Di recente Stone Gossard ha detto che Rearviewmirror è tra le canzoni più importanti che Eddie abbia mai scritto per la band: “Ancora oggi quel testo e l’emozione che racchiude sono così avvincenti – ha detto il chitarrista – credo che questo pezzo sommi il punto di vista che Eddie ha raggiunto attraverso diverse prospettive, ad esempio nel modo in cui affronta i conflitti, le relazioni personali, le cose che lo toccano e quelle che identifica come parte della natura umana. Penso sia davvero una grande canzone, un grande momento nella carriera di Eddie come compositore”.

Foto

Video

Concorsi

Virgin Radio Life

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Hard Rock
 
Pink Floyd Music Star
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Webradio Music Star Coldplay
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio 10 Years Style Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Party
 
webradio Radio Bau
 
Webradio Virgin Radio Rock '80