La genesi di Queen I, come delle grandi difficoltà hanno fatto nascere la leggendaria band di Freddie Mercury

Rock News

La genesi di Queen I, come delle grandi difficoltà hanno fatto nascere la leggendaria band di Freddie Mercury

Le delusioni iniziali e il corteggiamento da parte di altre band avrebbe potuto mettere la parola fine al gruppo ben prima dell'esordio discografico

Gli inizi della carriera dei Queen non sono stati facili. Il primo problema è trovare un bassista, risolto con l’esordio di John Deacon il 2 giugno 1971 al Surrey College, il secondo è pubblicare un disco, districandosi nell’ambiente discografico esplosivo ma spietato dei primi anni ’70 in Inghilterra. I Queen hanno una grande reputazione dal vivo e un demo di alta qualità, registrato ai De Lane Lea Studios di Londra aperto da un amico di Brian May che invita la band a suonare per testare mixer e amplificatori, ma passano tre anni dalla nascita della band all’uscita del primo album, Queen I il 13 luglio 1973.

Freddie Mercury, nato per essere una star, è assolutamente convinto dell’inevitabile successo della band: “Formando i Queen volevamo il massimo. Non ci saremmo accontentati di niente di meno” diceva sempre. È la sua determinazione a tenere insieme la band nei momenti più difficili (per esempio dopo un concerto al Bedford College del gennaio 1972 organizzato da John Deacon in cui si presentano sei persone, che il bassista dei Queen ha ricordato come «Il momento più imbarazzante della mia carriera») e la fedeltà a quella che Brian May e Roger Taylor hanno definito: “La nave madre”. Hanno anche rivelato cosa succedeva all’interno della band durante la loro ascesa al successo: «Io e Roger litigavamo spesso, per qualunque motivo: una nota, il tempo di un brano, una tazza di caffè, una finestra aperta» ha detto Brian May, «Anche se sembra difficile da credere Freddie era quello che metteva le cose a posto. Era una persona molto pragmatica, e quando vedeva che stava per succedere qualcosa tra me e Roger cercava sempre una soluzione per farci fare pace. Una delle sue frasi famose era “noi non facciamo compromessi” ma nella band lo facevamo, e per questo siamo rimasti sempre insieme».

All'interno di quell'album il primo singolo estratto fu Keep Yourself Alive, scritto da Brian May, e fece conoscere la band alle radio. “Non ero proprio sicuro di essere un compositore – ha raccontato il chitarrista – semplicemente, avevo questa idea in testa. La cosa più strana è che le parole di Keep Yourself Alive sono nate come una sorta di critica. Le ho intese come sottilmente ironiche”. Il chitarrista ha ammesso di aver imparato negli anni una lezione dalla scrittura di questa canzone: “Ho capito molto presto, grazie a questa canzone, che è molto difficile essere ironici nelle parole di un brano; le persone le prendono sempre in modo letterale. Sostanzialmente, tutti hanno sempre pensato che Keep Yourself Alive fosse una canzone allegra su quanto sia bello essere vivi. Ma in realtà gira più attorno alla domanda ‘C’è più di questo, nella vita?’”.

La composizione della canzone risale al 1970 ma in realtà venne pubblicata solo nel 1973 in Queen I come prima traccia dell’album di debutto dei Queen. Diventò ben presto un vero e proprio must del repertorio live della band, spesso utilizzata come apertura dei concerti.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Rock Hits
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Rock '80