Evanescence, Amy Lee: "mettere in musica le sfide e le difficoltà della vita è il dono più grande"

Rock News

Evanescence, Amy Lee: "mettere in musica le sfide e le difficoltà della vita è il dono più grande"

La leader della band americana ha raccontato come ha affrontato la perdita della sorella a sei anni e del fratello nel 2018

L’ultimo album degli Evanescence, The Bitter Truth, uscito il 26 marzo dopo quasi dieci anni di silenzio è diventato uno dei più grandi successi del 2021, numero 4 in classifica in Inghilterra, ed è stato definito dai critici «Una catarsi metal». Registrato durante la pandemia, è un album in cui Amy Lee ha voluto raccontare sé stessa e allo stesso tempo cercare un modo per entrare in contatto con il mondo in un momento difficile, lanciando un solo messaggio: continuare a cercare la luce è sempre meglio che rinunciare. «Ho attraversato momenti molto difficili nella mia vita» ha raccontato Amy Lee, voce e leader degli Evanescence che ha fondato a Little Rock, Arkansas nel 1995 con il chitarrista Ben Moody, «Ho imparato a riconoscere e comprendere la luce e l’ombra che si alterna di continuo nella nostra esistenza».

Amy Lee ha partecipato al podcast Hardcore Humanism e ha raccontato le sue esperienze più dure, spiegando come è riuscita a superarle. La sua idea di condivisione passa attraverso la musica degli Evanescence, le tematiche personali di cui parla nell’album The Bitter Truth ma anche dal modo in cui ha interpretato negli anni il ruolo della rockstar, scappando dal successo e dalle conseguenze della fama (gli Evanescence hanno venduto oltre 25 milioni di album e vinto due Grammy Award e intorno alla sua immagine gothic-rock si è creato un intero immaginario) e cercando sempre il contatto diretto con il pubblico. Le sue parole dirette, l’atteggiamento autentico e il modo spontaneo di raccontare la propria vita ne hanno fatto un punto di riferimento. «Se non affrontiamo le ferite più profonde della nostra vita e lasciamo che rimangano lì a bollire sotto la superficie finiamo per vivere in una grande bugia. Credo sia importante affrontare l’oscurità perché è reale».

Amy Lee ha raccontato di due episodi più drammatici: «Ho perso mia sorella Bonnie quando avevo sei anni e molto tempo dopo, nel 2018, in una situazione completamente diversa ho perso anche mio fratello Robby. È una di quelle situazioni in cui la tua paura più grande diventa improvvisamente vera. Ma non sono sola. La cosa più importante è affrontare il dolore, sopravvivere, continuare e trovare il modo di dare un senso alla propria vita». Uno dei modi in cui ha affrontato la tragedia è non dimenticarla mai: «Non voglio passarci sopra, non voglio allontanarmi dal dolore, sarò per sempre la loro sorella» ha detto, «La cosa più importante è non dimenticare e ricordare le persone che non ci sono più attraverso i momenti che abbiamo passato insieme».

Amy Lee ha spiegato anche come scrivere canzoni sia sempre stato per lei un processo catartico: «Affrontare le sfide che la vita mi ha messo di fronte e trasformarle in musica è un dono» ha detto, «E un dono ancora più grande è vedere che le persone amano la mia musica perché li fa sentire meno soli».

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Virgin Rock Hits
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock 2K
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES