Greta Van Feet, Josh Kiszka risponde duramente a Gene Simmons: "Il rock è versatile. Forse è morto solo quello che conosceva lui"

Rock News

Greta Van Feet, Josh Kiszka risponde duramente a Gene Simmons: "Il rock è versatile. Forse è morto solo quello che conosceva lui"

Il cantante della giovane band americana ha replicato alle affermazioni del bassista dei KISS

La dichiarazione di Gene Simmons sullo stato di salute del rock’n’roll non smette di creare controversie. «Il rock è morto» ha detto il bassista e fondatore dei Kiss in una celebre intervista nel 2014. «Ma non è morto di vecchiaia, è stato assassinato. Oggi per una band è molto più difficile guadagnarsi da vivere suonando e scrivendo canzoni, nessuno ti pagherà per farlo».

La provocazione di Gene Simmons nasce da un’analisi delle dinamiche del music business, che non sostiene più la crescita delle band «Da un garage ad un palco» come ha detto Gene Simmons, e punta a confezionare rapidamente prodotti di successo e lanciare hit in classifica, e anche dello spostamento dei gusti del pubblico verso generi musicali più innovativi e sperimentali come l’hip-hop. «Una volta avevi una casa discografica al tuo fianco che ti finanziava e ti supportava quando andavi in tour» ha detto Gene Simmons, «È come con i fiori: le persone li annaffiano e si assicurano che ci sia abbastanza sole e tutte quelle cose. Ma non appena distogli gli occhi e non innaffi i fiori, moriranno. Le persone si chiedono: perché non ci sono dei bei fiori? Bè, perché nessuno li innaffia».

Nel corso degli anni, Gene Simmons ha ribadito la sua opinione in altre interviste, puntando il dito anche contro lo streaming: «La ragione per cui il rock è morto non è perché c’è mancanza di talento, ma perché quel ragazzo che vive nel seminterrato della madre un giorno ha deciso che non voleva pagare la musica. Voleva scaricare e condividere file. Questo è ciò che ha ucciso le possibilità per la prossima generazione di grandi band. Il fatto che la musica sia gratuita. Le nuove band non hanno alcuna possibilità». Alice Cooper lo ha criticato recentemente dicendo che c’è una nuova generazione di rock band pronta a farsi avanti, ma Gene Simmons ha lanciato una nuova provocazione facendo un riassunto della storia di quella che secondo lui è la vera età dell’oro del rock: “Dal 1958 al 1988, abbiamo avuto  Elvis, i Beatles, gli Stones, i Pink Floyd e così via. Consideriamo anche i Metallica, gli Iron Maiden, se volete metteteci i Kiss, gli AC/DC e via dicendo. Anche gli U2, Prince, Bowie, gli Eagles. Poi si arriva alla musica disco, e Madonna, e quella roba, e naturalmente la Motown. Ma dal 1988 ad oggi, chi sono i nuovi Beatles?».

L’ultimo a rispondere a Gene Simmons è stato Josh Kiszka, voce dei Greta Van Fleet, la band che sta riportando il rock al centro dei gusti della propria generazione, mostrando cosa si può fare nell’era dei computer con gli strumenti classici del rock, basso batteria e chitarra. Durante le interviste con cui sta promuovendo il nuovo album dei Greta Van Fleet, The Battle at Garden’s Gate, Josh Kiszka ha detto: «Forse il mondo del rock che conosce Gene Simmons è morto. Credo che il rock’n’roll sia un genere molto versatile ed eclettico e che ci sia sempre la possibilità di reinterpretarlo. È vero, può essere inattivo per un po’, ma non si può uccidere qualcosa che è in grado di superare il tempo. E’ un atteggiamento, uno spirito, che le rock band si passano l’una con l’altra». 

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Rock Party
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock '80
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio Rock '90