Aerosmith, la vera storia di I Don't Wanna Miss A Thing. L'autrice: "in realtà non la scrissi per la band di Steven Tyler"

Rock News

Aerosmith, la vera storia di I Don't Wanna Miss A Thing. L'autrice: "in realtà non la scrissi per la band di Steven Tyler"

L'autrice Diane Warren scrisse la colonna sonora di Armageddon pensando di farla interpretare ad una voce femminile

Dianne Warren è entrata nella storia come The Queen of Ballad, la regina delle ballad. La cantautrice nata a Van Nuys, California nel 1956 e alla fine degli anni ’80 ha segnato un record con ben sette brani, interpretati da autori diversi, entrati in classifica contemporaneamente ed è andata al n.1 in classifica in America nove volte. Ma in una recente intervista alla rivista  Rolling Stone in cui ha ripercorso tutta la sua carriera, Diane Warren ha raccontato che la più grande sorpresa della sua vita è stata arrivarci con I Don’t Wanna Miss a Thing degli Aerosmith, numero uno in classifica in America per quattro settimane nel settembre 1998: «Un gran pezzo» ha detto Diane «Per me era la canzone dell’anno» 

La carriera di Diane Warren inizia nel 1983 con Solitaire, un brano scritto per la popstar Laura Branigan (interprete della cover di Gloria di Umberto Tozzi che nel 1982 ha conquistato le classifiche americane), passa anche dal rock con You Make Me Rock Hard inserita dei Kiss nel loro Greatest Hits Smashes, Thrashes & Hits del 1988 e decolla grazie a Cher che nel 1989 porta la sua If I Can Turn Back Time al n.3 in America: «All’inizio non era convinta, ma io le ho detto che ero disposta a pagare io stessa il costo della session in studio, perché sapevo che era un brano perfetto per lei. È diventata la mia canzone simbolo».

Diana Warren ha anche scritto brani per la colonna sonora di 70 film (tra cui anche quella del cult Ghostbusters del 1985) è tra i pochi che hanno vinto un Grammy, un Emmy e un Golden Globe ed è stata candidata all’Oscar undici volte, anche se non ne ha mai vinto nessuno.

Ci è andata vicino nel 1999 grazie a I Don’t Wanna Miss a Thing.

Un giorno viene chiamata dal regista Michael Bay per scrivere il tema di Armageddon, il blockbuster apocalittico interpretato da Bruce Willis, Liv Tyler e Ben Affleck: «Mi ha fatto vedere le ultime scene del film, e come faccio sempre nel mio processo creativo ho cominciato a scrivere partendo dal titolo: “non volgono perdermi niente”». La sua prima idea era quella di far interpretare la canzone ad una voce femminileQualcuna tipo Celine Dion» ha detto), poi ha sentito la versione degli Aerosmith e come ha detto lei stessa: «Sono letteralmente caduta dalla sedia. È diventata una canzone molto più potente grazie alla voce di Steven Tyler. Sentirlo cantare in modo così vulnerabile ha cambiato tutto». Nemmeno gli Aerosmith erano convinti di quella canzone all’inizio: «Quando l’abbiamo sentita la prima volta era solo un demo per pianoforte e voce, era molto difficile immaginare come avremmo potuto trasformarla con il nostro suono» ha detto il batterista della band, Joey Kramer, «Ma quando abbiamo a iniziato suonarla insieme, è diventata subito una canzone degli Aerosmith».

I Don’t Wanna Miss a Thing è diventata la prima numero uno nella carriera degli Aerosmith

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock '80
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Nandi Bushell ha realizzato la la drum cover di We Are The Champions dei Queen. Guarda il video
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Rock Hits