Hypnotize, 5 cose che (forse) non conosci sul quinto album dei System Of A Down

Rock News

Hypnotize, 5 cose che (forse) non conosci sul quinto album dei System Of A Down

Tutti i retroscena dell'ultimo album (per ora) della band di Serj Tankian e Daron Malakian

Il 22 novembre 2005 i System Of A Down pubblicavano Hypnotize, il loro (per ora) ultimo album.
A pochi mesi dal precedente Mezmerize la band di Serj Tankian e Daron Malakian tornava sugli scaffali di tutto il mondo con l'ideale seguito di un album già entrato nelle orecchie e nelle autoradio di milioni di rockers in tutto il mondo.
Ma qual è la storia di questo ultimo grande album della band? Scopriamola insieme in 5 punti

1. UN UNICO ALBUM DIVIDO IN DUE PER ANDARE INCONTRO AI GUSTI DELLA "IPOD GENERATION"

Hypnotize è l'ultimo album in studio pubblicato dai System Of A Down.
Prodotto da Rick Rubin e dal chitarrista Daron Malakian avrebbe potuto essere letteralmente il "CD2" del precedente Mezmerize, uscito nel maggio dello stesso album. La diffusione del formato mp3, della "musica liquida" e dei servizi di download musicale spinse la band ad andare incontro ai gusti dei fan dividendo in due diversi lavori un disco altrimenti "troppo lungo" per un giovane adolescente del 2005. 
"Non è stata una mossa molto 'rock star' dividere il lavoro in due album", dichiarò all'epoca Daron Malakian. "Penso che una mossa da rock star sarebbe stata: 'Ecco due dischi, e so che voi figli di pu***na ascolterete tutta questa me**a!' Ma il modo in cui la vedo io è: "Ecco due dischi usciti in momenti diversi, perché so che voi figli di pu***na non ascolterete tutta questa me**a!" Le persone ascolteranno di più il tuo disco se c'è meno da assorbire. Molte persone non hanno il tempo di sedersi e ascoltare un'ora di musica nuova. Non ho quel tipo di ego per pensarlo, anche se mi piacerebbe che la gente si sedesse lì e ascoltasse tutte queste canzoni di fila!"

Anche Serj Tankian accettò la scelta del chitarrista e in un'intervista di quel periodo spiegò così la scelta: "Ricordo che un giorno mi sono seduto e ho ascoltato tutte e 30 le canzoni di fila in studio con Rick. Una volta terminato l'ascolto ero esausto. Non sarei riuscivo ad ascoltare una sola canzone in più, e pensai 'Non riesco a immaginare che qualcuno debba affrontare tutto questo!'. Le nostre canzoni sono progressive, caotiche, piene di energia e cambi. Con la breve attenzione delle persone, è come se dovessi assolutamente concentrati solo sulle canzoni, per godertele e ascoltarne un'altra un po' più tardi. Non voglio che si sentano troppo distaccate né vorrei allontanarle, vogliamo solo che le persone si rendano conto che alla fine si tratta di un disco".

2. AVREBBE POTUTO FAR PARTE DI UN TRIPLO ALBUM

Il periodo intercorso tra la pubblicazione di Steal This Album! e l'inizio delle sessioni di Mezmerize/Hypnotize si rivelò particolarmente prolifico per la scrittura delle canzoni di Daron Malakian. Aveva una grande quantità di materiale pronto nel giugno del 2004, quando la band entrò negli studi di Rick Rubin al The Mansion per iniziare la registrazione: "Oh, avrebbe potuto essere un triplo album. Perché ho lavorato e scartato già molte canzoni a casa mia prima ancora di portarle alla band. Quindi se fossi stato il tipo di persona che accetta tutto quello che scrive allora saremmo stati fot**ti!"

Nonostante la scrematura di Malkian c'erano così tanti brani di qualità che eliminarli dalle sessioni di registrazione si rivelò particolarmente difficile: "Quando abbiamo registrato le canzoni, durante la pre-produzione, e le abbiamo ascoltate per la prima volta senza doverle suonare. Sembrava che ci fosse un sacco di materiale che meritava di essere incluso nell'album", ricorda Malakian, "c'erano alcuno brani che non ci siamo nemmeno preoccupati di registrare, e poi ce ne sono alcuni che sono entrati in registrazione, sono passati alla fase di mix, ma non non sono entrati all'interno dell'album. Personalmente avrei preferito non pubblicare un doppio album, ma non volevo che alcune canzoni veramente buone fossero messe da parte".

3. LA TITLE TRACK, HYPNOTIZE

Prima dell'uscita dell'album, il 22 novembre 2005, la band pubblicò la title track del disco. La canzone aveva sia Tankian che Malakian come voci principali e il testo si riferiva ampiamente alle proteste di Piazza Tienanmen e sugli effetti della propaganda. Daron Malakian all'epoca dichiarò di aver scritto la canzone mentre era seduto nella sua macchina in attesa della sua ragazza.

4. DARON MALAKIAN SCRISSE E CANTÒ LA MAGGIOR PARTE DI HYPNOTIZE E DI MEZMERIZE

Se in Toxicity del 2001 e in Steal This Album! del 2002, Daron Malakian aveva scritto la maggior parte della musica, e Serj Tankian si era occupato della maggior parte dei testi e della voce principale, su Mezmerize e Hypnotize il chitarrista si mise in luce anche per i testi e l'interpretazione alla voce solista di molti brani rispetto al passato. Questo fatto portò alcuni fan e critici ad accusarlo di aver cercato di mettere da parte Serj Tankian.

Ma tuttavia il frontman della band non vedeva la prolificità di Malakian di questo modo: "Beh, Daron canta di più, e questo è un bene", dichiarò Tankian all'epoca, "ha scritto più testi che in passato, il che lo rende abbastanza diverso, perché ha sempre scritto la maggior parte della musica. Ma questa è la differenza principale. Questa volta sono io che ho portato più musica di prima. È importante per me, dopo 10 anni, che le persone riconoscano i nostri talenti al di sopra e al di là di quello che immaginavano che avessimo fatto. Daron è mio amico da prima che formassimo i System of a Down, e voglio che le persone sappiano che ha una voce straordinaria e che scrive testi davvero potenti e taglienti. Così come è importante per me che le persone riconoscano che non mi limito a cantare, che suono il piano, la chitarra e che scrivo anche canzoni ("Question!" e "Vision of Obscenity" sono scritte da Tankian). Questa è la cosa più importante per me in termini di crescita della band, che le persone riconoscano che facciamo anche altre cose e che quelle altre cose hanno contribuito a rendere questo disco diverso dai precedenti dischi dei System".

5. L'USCITA DEL DISCO

Analogamente a Mezmerize, Hypnotize debuttò al numero 1 della Billboard 200 Album Chart e venne certificato disco d'oro ad un mese dalla pubblicazione, diventando poco dopo disco di platino. Nonostante l'enorme successo del progetto System Of A down, con la pubblicazione di cinque album in sette anni, la band decise di prendersi un pausa... una lunghissima pausa.

TRACKLIST

1. "Attack"
2. "Dreaming"
3. "Kill Rock 'n Roll"
4. "Hypnotize"
5. "Stealing Society"
6. "Tentative"
7. "U-Fig"
8. "Holy Mountains"
9. "Vicinity of Obscenity"
10. "She's Like Heroin"
11. "Lonely Day"
12. "Soldier Side"

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock 2K
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Nandi Bushell ha realizzato la la drum cover di We Are The Champions dei Queen. Guarda il video
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
ROCKSTAR: OASIS