AC/DC, ecco come ha fatto Brian Johnson a risolvere i problemi di udito e a tornare nella band

Rock News

AC/DC, ecco come ha fatto Brian Johnson a risolvere i problemi di udito e a tornare nella band

Il cantante è tornato al suo posto nel gruppo dopo quanto accaduto quattro anni fa

Com’è noto, nel 2016 Brian Johnson ha dovuto temporaneamente abbandonare gli AC/DC a causa di un disturbo all’udito che gli impediva di esibirsi come sempre. Per il tour di quell’anno fu sostituito da Axl Rose ma lui non ha mai perso la speranza di poter tornare sul palco con i suoi compagni.

Fu un problema abbastanza serio – ha rivelato Brian in un’intervista per Rolling Stone – non riuscivo a sentire per niente il tono delle chitarre. Era un’orribile tipologia di sordità”. Il cantante provò a fare qualche performance, ma il problema stava peggiorando e lui non poteva più ignorarlo: “Iniziavo a sentirmi davvero mortificato per le esibizioni di fronte ai miei compagni e di fronte al pubblico – ha raccontato ancora Johnson – era paralizzante. Non c’è niente di peggio che starsene là e non essere sicuro di te stesso”.

La situazione durante i live arrivò a un punto davvero critico: “Brian si toglieva l’auricolare e scuoteva la testa – ha raccontato Cliff Williamsnon riusciva a prendere una nota. Stava vivendo un momento davvero difficile”. Il cantante era dispiaciuto di non riuscire a rendere sul palco come prima; allo stesso tempo, anche i suoi compagni soffrivano nel vederlo così in crisi. In quel momento fermarsi per lui era l’unica soluzione: è stata la prima volta, in 36 anni, che Brian Johnson ha lasciato la band.

Per lui è stato davvero difficile da accettare ma, nonostante questo, non si è perso d’animo e ha iniziato a cercare di risolvere il suo problema all’udito. Ha preso appuntamento da uno specialista per iniziare un trattamento sperimentale. “La prima volta che andai da lui mi portò questo oggetto che sembrava la batteria di una macchina – ha raccontato Brian – gli chiesi ‘Cosa diavolo è questo?’. Lui mi rispose ‘Lo miniaturizzeremo’. Ci sono voluti due anni e mezzo. Veniva da me una volta al mese. Ci sedevamo ed era noiosissimo con tutti quei fili, quello schermo del computer e quei rumori. Ma ne è valsa davvero la pena”.

Il frontman non ha voluto spiegare come funziona l’apparecchio che ha iniziato a utilizzare, evidentemente perché, appunto, si tratta ancora di una tecnologia in via di sperimentazione. “L’unica cosa che posso dirvi è che utilizza la struttura ossea del cranio come ricevente – ha spiegato – questo è tutto ciò che posso dire in proposito”.

La cosa davvero importante in ogni caso è che questo apparecchio funzioni e che Brian sia riuscito a tornare al microfono per registrare il nuovo album della band e per tornare, si spera, al più presto in tour. “Ci ha tenuto aggiornati su come stesse andando la cosa – ha raccontato Angus Younge stava andando bene. So quanto conti questo nella vita di Brian, è la stessa cosa per tutti noi”.

Il nuovo disco degli AC/DC "POWER UP" uscirà il prossimo 13 novembre. La pubblicazione è stata rimandata a causa della pandemia, ma prima del lockdown il gruppo è riuscito a fare le prove insieme: “Eravamo di nuovo tutti in condizioni di dare battaglia ed è stato formidabile e bellissimo – ha raccontato Johnson – Mi sono sentito di nuovo bambino”. Non resta che attendere, dunque, di poter rivedere la band riunita sul palco, con Brian di nuovo al suo posto con l’energia che lo contraddistingue da sempre. 

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative