Metallica, Lars Ulrich: “Ecco perché Master Of Puppets e One rappresentano al meglio la nostra band”

Rock News

Metallica, Lars Ulrich: “Ecco perché Master Of Puppets e One rappresentano al meglio la nostra band”

I fan sono d’accordo con il batterista. Il primo brano è stato il più votato dai fan nel sondaggio realizzato dal gruppo sui social

Nella loro lunga carriera, i Metallica hanno realizzato molti pezzi diventati poi dei veri cult. Ma qual è la canzone che rappresenta al meglio la band? Lars Ulrich ne ha parlato durante la sua ultima intervista per SiriusXM.

Master Of Puppets è davvero molto, molto vicina a essere la scelta migliore come canzone più rappresentativa dei Metallica – ha detto il batterista – penso che questo sia da attribuire al fatto che risponda a molti requisiti. Ad esempio, si tratta di una canzone più lunga, è una sorta di viaggio e contiene sia luci che ombre, sia la parte più hard rock che quella più melodica. Quindi include umori differenti. Inoltre, contiene anche un incredibile testo, che può significare qualsiasi cosa si desideri. Ho parlato con molte persone a proposito dei diversi significati che questo brano può avere. Quando James Hetfield scrive testi che possono essere interpretati in vari modi da chi li ascolta, penso che questi siano i testi migliori”.

In realtà, Master Of Puppets non è l’unica canzone del repertorio dei Metallica che ha queste caratteristiche: “Un altro pezzo che risponde a molti requisiti è One. Poi ci sono anche brano meno famosi – ha proseguito – Ad esempio, penso che anche una canzone come Bleeding Me presenti molte di queste caratteristiche, così come molti pezzi appartenenti ai nostri ultimi due album. Secondo me questo è il punto di forza degli ultimi due dischi, Death Magnetic e Hardwired. Molti dischi precedenti – ha continuato – li abbiamo realizzati e poi ci siamo ritrovati, sei mesi o un anno dopo, a dire ‘Non mi convince quel mix’, oppure ‘Non so cosa stessimo pensando quando abbiamo realizzato quell’outro’, o ancora ‘Non so cosa è accaduto con quella parte di chitarra’, oppure a quella parte di batteria e così via, anche per altre cose. A proposito di Death Magnetic e Hardwired, invece, non ho avuto molte cose alle quali ripensare successivamente, secondo il mio punto di vista critico sono stati fatti davvero molto bene”.

Ma non è tutto, ci sono altre canzoni che Lars Ulrich reputa meritevoli di rappresentare la band, anche se per ragioni differenti: “Penso a pezzi come Moth Into Flame o Halo On Fire – ha detto – ma anche a pezzi di Death Magnetic per l’appunto. Qualche giorno fa, ad esempio, mi sono messo a suonare alla batteria Cyanide, poi Broken, Beat & Scarred e All Nightmare Long e mi sono reso conto che alcuni di questi pezzi sono attuali e pertinenti ancora oggi, proprio come lo erano 12 anni fa. Tuttavia – ha concluso ridendo – se proprio devo fare una scelta, come canzone più rappresentativa della band indicherei probabilmente Master Of Puppets o One, perché sono quelle che rappresentano al meglio ciò che i Metallica hanno fatto e ciò di cui andiamo più fieri”.

A quanto pare, i fan sono d’accordo con Lars Ulrich: di recente, infatti, la band ha realizzato Some Kind Of Brackets, una sorta di campionato sui social, una gara a eliminazione tra 32 coppie di canzoni, per leggere la preferita dai fan in assoluto e il brano che ha battuto tutti gli altri è stato proprio Master Of Puppets, mentre One si è piazzata al secondo posto. Adesso, però, il pubblico della band attende con ansia il nuovo album, al quale Ulrich e compagni hanno lavorato durante la quarantena, tenendosi in contatto con le videochiamate.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Classic Rock
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Party
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Ramones - The KKK Took My Baby Away
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock '90