Foo Fighters: la storia nascosta dell'album The Colour And The Shape

Rock News

Foo Fighters: la storia nascosta dell'album The Colour And The Shape

Il 20 maggio 1997 la band di Dave Grohl pubblicava il secondo album con all'interno Everlong, My Hero e Monkey Wrench

C’è una storia che forse non tutti sanno a proposito di The Colour and the Shape, il secondo album in studio dei Foo Fighters uscito nel 1997. Il fatto riguarda in prima persona il primo batterista della band, William Goldsmith: in sostanza, al termine della lavorazione del disco Dave Grohl non era soddisfatto della resa della batteria, così decise di registrare di nuovo tutte le parti di batteria personalmente. Oggi Goldsmith non sa se le registrazioni realizzate con lui esistano ancora o meno.

Ero in possesso di una cassetta che conteneva il mixaggio grezzo del disco con me alla batteria e la diedi a mia sorella – ha raccontato il musicista a TheFive10 – dopo che la situazione è degenerata, io mi sono tirato indietro da quel progetto e poi non ho voluto pensarci più. Così non ho mai chiesto indietro quel nastro che, di conseguenza, è andato perduto. Se esistono ancora delle registrazioni di quel disco con me alla batteria non lo so e non lo saprò mai – ha sottolineato per poi continuare – se pure dovessero ancora esistere, vi garantisco che saranno tenute sotto chiave, ma non mi sorprenderei se fossero state semplicemente cancellate di colpo tutte insieme. Non lo saprò mai”.

Di recente già in un’altra occasione si è tornati a parlare del primo batterista dei Foo Fighters. A farlo è stato Taylor Hawkins: “Se ho rimpiazzato Goldsmith? Beh, in realtà non è andata esattamente così – ha spiegato il musicista a Kerrang – io ero un grandissimo fan del primo disco dei Foo Fighters. Avevo già incontrato Dave in giro in un paio di occasioni ed eravamo diventati amici. Un giorno ero in macchina con la mia ragazza dell’epoca e stavamo ascoltando la radio KROQ di Los Angeles. Fu così che appresi la notizia dell’addio di William e della ricerca di un nuovo batterista da parte della band”.

E così fu Hawkins a proporsi ai Foos: “Feci di tutto per avere il numero di Dave e poi lo chiamai subito – ha raccontato ancora – gli dissi ‘Ho sentito che state cercando un batterista’, e lui mi rispose ‘Sì, ne conosci qualcuno?’”. In realtà, in quel periodo Taylor suonava nel gruppo che accompagnava Alanis Morissette in tour, ma nei Foo Fighters intravide per lui una nuova opportunità: “In quel periodo mi stavo rendendo conto che Alanis desiderava dirigersi verso un ambiente musicale più rilassato, quindi mi sembrò il momento giusto per fare il grande salto. Alanis non aveva bisogno di me! – ha sottolineato Hawkins – Così in pratica dissi a Dave ‘Suonerò la batteria per te!’ e poi provammo un paio di volte. Ricordo che mi trovavo a casa a guardare il film erotico Showgirls con la mia ragazza quando Dave mi chiamò per chiedermi di entrare a far parte della band”. Il resto è storia.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock 2K