Speciale sbarco su Marte! scopri come guardare in diretta l'evento su Focus TV lunedì 26 novembre

Speciale sbarco su Marte! scopri come guardare in diretta l'evento su Focus TV lunedì 26 novembre dalle 20.30

La sonda InSight è pronta a scendere sul 'pianeta rosso' per dirci se è possibile immaginare la Life On Mars?

Lunedì 26 novembre, tra le 20:45 e le 20:53 ora italiana, la sonda InSight arriverà su Marte, dopo un viaggio spaziale di sei mesi, in cui avrà percorso 58 milioni di chilometri e il pensiero non può non andare a David Bowie con la sua Life On Mars? (dal disco Hunky Dory) ci fece sognare il ‘pianeta rosso’.

Focus Tv (canale 35 del digitale terrestre) seguirà in diretta l’ammartaggio dall’hangar in cui, a Nichelino (To), la Altec (Aerospace Logistics Technology Engineering Company) sta testando il rover destinato ad andare su Marte nel 2020; rover che dispone di un perforatore ideato e costruito in Italia. Proprio per effettuare questi test, nell’hangar è stato ricostruito il suolo marziano: la migliore scenografia possibile per la nostra diretta.

La trasmissione, intitolata Marte: Missione InSight sarà condotta dal divulgatore scientifico Luigi Bignami, si aprirà alle 20:15 e proseguirà fino alle 22:15. In palinsesto sarà preceduta da 5 documentari dedicati a Marte, e verrà seguita da The Starmen, un’altra produzione di Focus Tv, in cui il divulgatore scientifico Vincenzo Venuto converserà con gli astronauti Umberto Guidoni e Paolo Nespoli, le cui esperienze nello spazio serviranno (insieme a quelle di molti altri astronauti e cosmonauti) a preparare la prima missione umana su Marte, prevista attorno al 2025.

Durante la diretta, le immagini e le informazioni della NASA, saranno introdotte e commentate da nove ospiti prestigiosi (autentiche celebrità nel mondo scientifico), che contribuiranno a illustrare in maniera semplice e chiara, anche con l’aiuto di filmati e oggetti tecnologici portati in studio, lo stato delle conoscenze su Marte, lo scopo e l’importanza di questa missione, le finalità delle missioni future, il lavoro che proprio alla Altec di Torino si sta facendo per sviluppare le tecnologie con cui verrà supportata la prima missione umana su Marte.

Obiettivo di InSight: scendere (senza danni) in una zona vulcanica del pianeta (Elysium Planitia) ed effettuare una serie di misurazioni dell’attività sismica di Marte e dei flussi di calore provenienti dall’interno.

Questi dati serviranno a capire la composizione interna del pianeta: il che non ha precedenti, visto che le sonde e i rover finora mandati su Marte si sono limitati ad analizzare l’atmosfera e la superficie. Avremo forse modo di capire come Marte si sia formato: il che, di riflesso, ci aiuterà a capire qualcosa in più sulle origini del nostro pianeta.

InSight è seguita da due microsatelliti, che orbiteranno attorno al “pianeta rosso” e avranno la funzione di tenere i collegamenti tra la sonda e la Terra, documentandone la discesa al suolo.

I rischi per la missione sono enormi. Finora solo il 40% delle missioni su Marte ha avuto successo. Un minimo errore nell’orientamento della sonda o condizioni meteo impreviste e imprevedibili (Marte è famoso per le improvvise e violentissime tempeste di sabbia) potrebbero compromettere la discesa; inoltre, nell’impatto con il suolo la sonda potrebbe riportare danni anche gravi. Da notare che per “InSight” dovrà essere necessariamente “buona la prima”: non avrà modo di orbitare attorno al pianeta e scegliere il momento migliore per “ammartare”, arriverà dalla Terra come il proiettile di un cannone e, poco prima delle 21:00, dovrà scendere per forza!

Per queste ragioni, presso la comunità scientifica internazionale, così come tra gli ingegneri e i tecnici della NASA, autrice e responsabile della missione, la tensione è già altissima. La prossima finestra per raggiungere Marte in “soli” 6 mesi si ripresenterà solo tra due anni. Peraltro, per il 2020, sarà di nuovo in pista l’Agenzia Spaziale Europea, con la “Missione ExoMars 2020”, destinata a portare su Marte un nuovo rover, attrezzato per perforare il suolo fino ad alcuni metri di profondità, alla ricerca di eventuali forme elementari di vita.

Nessuno starà tranquillo, almeno finché InSight, una volta scesa sulla superficie, non sarà riuscita a scattarsi un selfie col suo braccio meccanico, annunciando che tutte le sue funzioni sono attive e regolari. La buona notizia, in ogni caso, impiegherà 8’ per arrivare sulla Terra.

Foto

Video

Concorsi

Virgin Radio Life

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio 10 Years Style Rock
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio Xmas
 
Virgin Radio Rock Party
 
webradio Radio Bau
 
Pink Floyd Music Star
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
Webradio Music Star Coldplay
 
Virgin Radio On-Air
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Rock Hits