Dolores O' Riordan rifiutò un milione di dollari per continuare a lavorare su Zombie: "Volevano che fossimo come gli Oasis"

Rock News

Dolores O' Riordan rifiutò un milione di dollari per continuare a lavorare su Zombie: "Volevano che fossimo come gli Oasis"

La compianta e bellissima voce dei The Cranberries scrisse il brano dopo essere stata colpita nell'anima dall'attentato di Warrington

Dolores O’Riordan, icona riluttante del rock al femminile e grande voce d’Irlanda ha parlato della canzone più famosa dei The Cranberries, Zombie del 1994, come di un grido di dolore contro l’assurdità di ogni guerra: «Ricordo un attentato dell’IRA in Inghilterra, una bomba piazzata in un cestino della spazzatura che aveva ucciso due bambini. Ero giovane, inesperta, ma di fronte a delle vittime innocenti ho deciso che dovevo dire qualcosa. Ecco da dove è nata la strofa: “Un bambino viene lentamente portato via”».

L’attentato avviene a Warrington nel nord est dell’Inghilterra e sconvolge l’opinione pubblica per la morte di un bambino di due anni e di un ragazzino di 12 e il ferimento di altre 56 persone. I The Cranberries stanno registrando il secondo album, No Need to Argue, con cui vogliono confermare il successo del disco di debutto Everybody Else is Doing So Why Can’t We? che un anno prima è arrivato in testa alle classifiche sia in Inghilterra che in Irlanda, scelgono un suono più dark e seguono l’ispirazione di Dolores che vuole usare le canzoni per trasmettere un messaggio che va oltre i canoni dei singoli pop.

Non è la stessa idea del management della band. Nel 1994 gli Oasis esordiscono con Definitely Maybe, i Blur escono con Parklife e usando l’immagine di Dolores O’Riordan i discografici vogliono lanciare i The Cranberries nella nuova esplosiva scena Britpop. Secondo quanto ha dichiarato Dolores in un’intervista a Rolling Stone, le offrono addirittura un milione di dollari per non lavorare sul demo di Zombie, che lei ha scritto la notte stessa dell’attentato a casa sua usando solo la chitarra acustica. «È la canzone più arrabbiata che abbia mai scritto» ha raccontato. Il giorno dopo porta Zombie nella sala prove dei The Cranberries a Limerick e chiede ai fratelli Hogan più distorsione sulla chitarra e un suono potente al batterista Fergal Lawler. Quando arriva l’offerta per smettere di lavorare su quel pezzo, Dolores la rifiuta. Zombie viene registrata negli studi The Manor di Oxford e ai Townhosue Studios di Londra dal produttore Stephen Street. Pubblicata il 19 settembre del 1994, vola al n.14 in Inghilterra ma scala le classifiche fino al al n.1 in Francia, Germania, Danimarca e arriva al n.13 nella classifica Alternative Songs in America, e i The Cranberries si ritrovano sul palco del festival di Woodstock ’94.

La canzone che la casa discografica non voleva diventa uno degli inni dell’indie rock anni ’90 e il pezzo più famoso dei Cranberries e nel 2018 arriva al n.1 nella classifica Mainstream Rock Song grazie alla cover dei Bad Wolves. «Dolores era una ragazza molto fragile ma con delle opinioni forti» hanno detto i The Cranberries, «Voleva essere un’artista di rilevanza internazionale, e comunicare al mondo parlando della realtà e di quello che stava succedendo in Irlanda. Zombie fa parte di quella evoluzione».

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock 2K
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Xmas
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Rock Hits