Kirk Hammett ricorda la prima volta che vide i Metallica: “Avevano un nome grandioso! Ma al concerto c'erano solo 15 persone”

Rock News

Kirk Hammett ricorda la prima volta che vide i Metallica: “Avevano un nome grandioso! Ma al concerto c'erano solo 15 persone”

Il chitarrista racconta di quando suonava ancora negli Exodus ed ebbe la possibilità di condividere il palco con il suo gruppo futuro.

In una nuova intervista per Gibson, Kirk Hammett ha fatto un tuffo nel passato per raccontare di quando ha ascoltato per la prima volta i Metallica suonare dal vivo. Il chitarrista, che all’epoca suonava negli Exodus, ne rimase subito molto colpito.

Ricordo che un giorno il cantante della mia band, Paul Baloff, che era un vero matto, entrò in sala prove e disse ‘I Metallica, sono così forti, sono davvero forti’ – ha raccontato Kirk – e io pensai ‘Metallica? Che nome grandioso. È il miglior nome del mondo. Metallica. Sì, è davvero il nome migliore che io abbia mai sentito per una band. Metallica’. Lui disse ancora ‘Suoneranno al The Stone di San Francisco stasera. Dovremmo andare ad ascoltarli’. E così andammo al concerto. C’erano davvero circa 15 persone nel locale. Ricordo che io mi posizionai di fronte al palco e pensai subito ‘Wow, questi ragazzi sono dannatamente bravi’. Eppure davvero, c’erano appena 15 persone a quello show”.

Le strade di Kirk e dei Metallica si incrociarono di nuovo molto presto: “Un paio di mesi con gli Exodus fummo ingaggiati per suonare al Metal Monday ed era il nostro primo concerto in quel contesto, all’Old Waldorf – ha proseguito – ottenemmo quello show perché eravamo amici degli headliner, una band chiamata Laaz Rockit. I Metallica erano la band che si sarebbe esibita dopo gli Exodus. Noi pensammo ‘Forte, suoneremo con i Metallica, è grandioso!’. Ricordo che quella sera c’erano forse un centinaio di spettatori nel locale. Poi i Metallica salirono sul palco e quel posto si riempì. Non so da dove fossero arrivate quelle persone, ma all’improvviso semplicemente comparvero lì. I Metallica suonarono per circa 45 minuti e poi, quando scesero dal palco, quel posto si svuotò letteralmente. Per i Laaz Rockit rimasero all’incirca 30 persone”.

La futura band di Kirk Hammett, insomma, iniziava già ad avere un ampio seguito. “La serata successiva fu un concerto di beneficenza per il Metal Mania Magazine e ci fu chiesto di nuovo di suonare con i Metallica – ha raccontato ancora il chitarrista – in questo caso la situazione era migliore, perché eravamo soltanto noi e loro. Incontrai per la prima volta questi ragazzi nel camerino del Mabuhay  Gardens, un posto che in realtà non assomigliava affatto a un camerino, era piuttosto un corridoio interno. Fu lì che iniziò il mio rapporto con loro. Ed è davvero divertente  perché dopo anni la gente mi ha chiesto ‘Quand’è stata la prima volta che hai parlato con questi ragazzi?’, e io ho risposto ‘Li ho incontrati per la prima volta al Mab’. Invece Lars Ulrich ha detto ‘Davvero? Non me lo ricordo’. E James Hetfield ha detto una cosa molto simile – ha concluso ridendo - Loro non si ricordano di quella sera”.  In effetti, è buffo che il batterista e il frontman non si ricordino di quando incontrarono il chitarrista perfetto per la loro band, il tassello mancante di una line-up che era già molto speciale.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Nandi Bushell ha realizzato la la drum cover di We Are The Champions dei Queen. Guarda il video
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock '80
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Rock Hits
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD