Gli Smash Mouth hanno ricevuto lettere d’odio dopo un concerto in Dakota nel quale non sarebbero state rispettate le regole anti-Covid

Rock News

Gli Smash Mouth hanno ricevuto lettere d’odio dopo un concerto in South Dakota nel quale non sarebbero state rispettate le regole anti-Covid. Guarda la foto

La band ha pubblicato in rete l'immagine di una delle lettere

Il 9 agosto gli Smash Mouth si sono esibiti in South Dakota durante lo Sturgis Motorcycle Rally, un raduno motociclistico che comprendeva una serie di eventi e che è durato 10 giorni. Il concerto della band faceva appunto parte degli spettacoli previsti ed erano presenti tantissime persone: nonostante la situazione della pandemia sia ancora molto critica negli Stati Uniti, come riporta NME durante il concerto l’obbligo di indossare la mascherina e quello di mantenere il distanziamento sociale sarebbero stati ignorati da tutti i presenti.

Siamo qui tutti insieme stasera – ha detto il frontman del gruppo, Steve Harwellfan***o tutta quella m***a sul Covid!”. Le sue parole hanno subito suscitato una grande polemica: sulla band sono piovute critiche alle quali i diretti interessati non hanno risposto fino a poche ore fa, quando hanno condiviso sui social una delle tante lettere di odio ricevute da alcuni fan delusi proprio perché i musicisti hanno infranto le regole, non curandosi di tutte le persone morte a causa del Coronavirus e di tutte quelle che ancora oggi stanno combattendo per sopravvivere e per aiutare i malati.

Visualizza questo post su Instagram

recent fan mail

Un post condiviso da Smashmouth (@smashmouthsmash) in data:

Nella lettera si intravedono alcune parole, come “egoisti” e “str***i” ed è dunque facile intuire il tenore del messaggio, accompagnato, tra l’altro, da un CD della band fatto in pezzi. Secondo quanto riportato da Variety, negli stati del Dakota del Sud, Dakota del Nord, Minnesota, Wisconsin, Nebraska, Montana, Wyoming e Washington sono stati registrati più di 100 casi di Coronavirus in persone che hanno partecipato allo Sturgis Motorcycle Rally ed è dunque evidente che gli organizzatori dell’evento non abbiano rispettato le regole anti-Covid. Anche altre band si sono esibite per l’occasione, ma pare non abbiano ricevuto le stesse pesanti critiche e i messaggi carichi d’odio che, invece, sono stati riservati agli Smash Mouth.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock Ballads
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Rock Hits
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Rock '80
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES