Rock News

Dave Gahan si esibisce con i Soulsavers da Jimmy Fallon. Guarda il video di The Desperate Kingdom Of Love

Il brano, originariamente di PJ Harvey, è stato reinterpretato dal grande frontman inglese nell'ultimo album Imposter

Imposter è l'ultimo album del grande Dave Gahan realizzato con i Soulsavers. Un disco incredibile che rivisita in una chiave intima e ispirata grandi brani del passato, con l'inconfondibile tocco del frontman inglese.

Durante l'ultima puntata del Tonight Show di Jimmy Fallon la band si è esibita in diretta proponendo una potente versione di The Desperate Kingdom Of Love, brano originariamente di PJ Harvey del 2004.

Dave Gahan ha spiegato come è nato Imposter, il nuovo album del suo progetto Soulsavers con il produttore Rich Machin, dicendo di aver scelto: «Le canzoni che sono rimaste con me nel corso della mia vita, nella luce e nell’oscurità». Dodici cover che Dave Gahan ha reinterpretato con la sua voce unica, attraversando la propria storia e quella della musica, dai classici di Neil Young (A Man Needs a Maid) ed Elvis Presley (Always on My Mind) ad artisti indie come Mark Lanegan, Cat Power e Pj Harvey.

«Probabilmente è stata la volta in cui sono andato più vicino a mostrare davvero chi sono» ha detto Dave Gahan in una intervista con il conduttore Kyle Meredith.

Dave Gahan ha realizzato Imposter nello studio Shangri-La di proprietà di Rick Rubin a Malibu in California nel novembre 2019, registrando tutte le canzoni dal vivo: «L’idea era di fare un album come si faceva un tempo» ha spiegato, «Un album che ti accompagna in un viaggio, con un racconto che si sviluppa. Mi hanno chiesto come ho scelto le canzoni, in realtà sono le canzoni che hanno scelto me».

Tre delle canzoni reinterpretate da Dave Gahan sono state cantate da voci femminili: oltre a The Disperate Kingdom of Love di Pj Harvey e Metal Heart di Cat Power nella tracklist c’è Lilac Wine, resa celebre da Jeff Buckley (che l’ha registrata per l’album Grace) ma in origine cantata dall’attrice di musical Earhta Kitt nel 1953. Cambiare la prospettiva dal femminile al maschile è stato un modo per rendere le canzoni proprie, ha spiegato Dave, che ha anche fatto un’altra cover di Cat Power, Manhattan, che ha intenzione di pubblicare prossimamente.

«Quando ascolto la voce di altri cantanti e le loro canzoni, mi sento a casa» ha detto Dave Gahan, «Mi identifico con loro. Non c’è nessuno degli artisti di cui ho cantato le canzoni in questo album che non mi ha smosso qualcosa dentro». Inizialmente le canzoni di Imposter erano quindici, ma Dave Gahan ha detto di aver sempre pensato ad un album in vinile tradizionale, con un lato A e un lato B, e quindi ne ha selezionate dodici. Nella sua visione la prima canzone è sempre stata The Dark End of the Street interpretata nel 1967 dal cantante soul e R&B James Carr: «E poi mi sono chiesto: come finisce questo film? Non poteva che Always on My Mind di Elvis Presley. Anche se può sembrare strano, per me quello è un finale felice».

Con Imposter, Dave Gahan ha voluto raccontare sé stesso attraverso le parole e la musica di altri artisti e ha realizzato quello che considera il disco più intimo e personale della sua carriera: «Ho sempre usato le canzoni per trovare un posto nella vita» ha detto «Mettere insieme la scaletta di Imposter rappresenta il mio desiderio di perdono e di redenzione e la mia ricerca di chi sono e di quello che vorrei essere».

Rock News

Concorsi

WEBRADIO tutte

Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Guano Apes - Open Your Eyes
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Rock Hits
 
webradio Virgin Radio Rock '70