Metallica, Kirk Hammett: “Le mie idee non piacciono mai al resto della band”

Rock News

Metallica, Kirk Hammett: “Le mie idee non piacciono mai al resto della band”

Il chitarrista è aperto alle sperimentazioni e ha provato a coinvolgere gli altri componenti del gruppo ma senza molto successo

In una band di solito ciascun componente dà il proprio contributo, proponendo testi, riff o interi pezzi al resto del gruppo. Non sempre, però, le nuove idee vengono accettate dai colleghi che, al contrario, preferiscono rimanere fedeli al loro classico repertorio. È il caso, ad esempio, dei Metallica: in una nuova intervista per Rolling Stone, Kirk Hammett ha rivelato di essere molto aperto alle sperimentazioni e di avere molte nuove idee nelle quali vorrebbe coinvolgere il resto della band. A quanto pare, però, i suoi compagni sono restii di fronte alle novità che lui vorrebbe mettere in opera.

Io sono molto curioso riguardo alla musica in generale – ha spiegato – sono in grado di suonare moltissimi generi diversi. Ad esempio, so suonare il jazz, la bossa nova, il blues, il gypsy jazz, e persino le dannate ballad in stile Europa dell’Est. So suonare tutta questa roba, ma nessuno lo sa. È assurdo”. Il chitarrista vorrebbe utilizzare questi suoi gusti musicali che spaziano dal rock fino al blues anche nei Metallica, ma il resto del gruppo non è d’accordo. “Quando scrivo le canzoni per la band – ha confessato il chitarrista – provo a inserire qualche timbro o accordo jazz, qualche piccolo tecnica qua e là. Ma le mie idee vengono respinte ogni volta. ‘Questo è troppo blues’ – ha detto ancora Kirk, imitando il tono delle risposte ricevute dai suoi compagni – a quel punto io rispondo ‘Accidenti, è solo un passaggio. Va bene comunque, come volete’”.

Alla fine, dunque, Hammett tende ad adeguarsi al volere del gruppo, almeno per quanto riguarda i dischi in studio. Quando è sul palco, invece, è tutta un’altra cosa: durante i live il chitarrista può improvvisare e inserire nei pezzi qualcosa di nuovo, qualche nuova idea per impreziosire ogni set. “Cerco di inserire un elemento di improvvisazione nella band, così evitiamo di suonare sempre nello stesso modo ogni singola sera – ha spiegato il chitarrista – non mi piace la rigidità. Vengo da una generazione di musicisti il cui mantra era ‘non suonare mai una canzone nello stesso modo’. Eseguo solo alcuni assoli come sono negli album, perché so che è questo che il pubblico vuole. Ma poi ci sono anche assoli particolari, non so mai come diavolo li suonerò. Mi piace osare e mettermi in una situazione rischiosa”.

Nonostante i Metallica siano soliti bocciare le sue idee, Kirk Hammett, insomma, non rinuncia a personalizzare i pezzi con qualche elemento nuovo almeno durante i live, pur correndo il rischio di non incontrare il favore del pubblico. Finora, però, sembra che le cose siano andate sempre bene; presto, tra l’altro, i fan potranno ascoltare di nuovo la band dal vivo nel 2020, quando i Metallica parteciperanno a una serie di festival e per ciascuno di essi si esibiranno per due serate, ma con due setlist totalmente diverse, così da regalare al pubblico uno spettacolo unico ogni volta.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Hard Rock
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Rock Hits
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: QUEEN