I Rolling Stones cedono tutti i diritti di "Bitter Sweet Symphony" a Richard Ashcroft. La fine di una disputa durata vent'anni

Rock News

I Rolling Stones cedono tutti i diritti di "Bitter Sweet Symphony" a Richard Ashcroft. La fine di una disputa durata vent'anni

Tra la band e il cantante la battaglia legale è andata avanti per anni ma ora è finalmente finita

Nel 1997 i Verve arrivarono rapidamente al successo grazie alla bellissima canzone Bitter Sweet Symphony: il video in cui il cantante Richard Ashcroft cammina per strada dando spallate alla gente veniva passato continuamente su MTV e divenne quasi un cult. Forse non tutti sanno, però, che per quella canzone la band ha utilizzato quattro secondi di musica ripresi dalla versione orchestrale, eseguita dalla Andrew Oldham Orchestra, di The Last Time, celebre canzone dei Rolling Stones.

I Verve ottennero il permesso per inserire quella parte del brano nella loro canzone; il permesso per utilizzare poi in altri ambiti il loro pezzo, contenente quei quattro secondi di The Last Time, fu invece trascurato, quando in realtà era fondamentale per poter guadagnare dalle royalties. Così, messo sotto pressione a livello legale, Richard Ashcroft alla fine si rassegnò a cedere i suoi diritti su quella canzone. Per questo motivo, né il cantante né i Verve hanno mai guadagnato un centesimo da Bitter Sweet Symphony: tanto per fare qualche esempio, quando la hit è stata utilizzata nel film Cruel Intentions o in un episodio dei Simpsons, i soldi derivati dai diritti sono andati tutti agli Stones.

Stanco di questa situazione durata per anni, recentemente Ashcroft ha deciso di reclamare i diritti della canzone, criticando Jagger e Richards per non essersi tra l’altro mai espressi pubblicamente sulla questione che lui considera una vera e propria ingiustizia. “Intendo reclamare quei soldi – ha detto Ashcroft a Consequence of Sound nel 2018 – qualcuno mi ha rubato Dio solo sa quanti milioni di dollari dal 1997 a oggi e ancora continua a farlo. A me non interessa chi sei o da dove vieni, questa è una questione seria”.

Alla fine, insomma, il cantante ha deciso di farsi valere, pur ammirando molto i Rolling Stones: “Non ho mai avuto nulla di personale contro di loro – ha spiegato tempo fa alla BBC – per me sono sempre stati la più grande band rock del mondo”. Tuttavia, non trova giusto che le royalties della sua canzone più famosa finiscano nelle loro tasche.

E così la disputa legale è andata avanti per anni fino a ora: “È per me un grande piacere poter annunciare che il mese scorso Mick Jagger e Keith Richards hanno deciso di dare a me i diritti della canzone Bitter Sweet Symphony – ha fatto sapere Ashcroft con un comunicato – questo colpo di scena positivo e importante è stato possibile grazie a un gesto gentile e magnanimo da parte di Mick e Keith, i quali si sono anche detti d’accordo sull’esclusione dei loro nomi dagli autori del brano e sul passaggio di tutte le royalties derivate dalla canzone al sottoscritto”. 

Vorrei ringraziare chi ha reso possibile tutto questo – ha concluso Ashcroft – i miei manager Steve Kutner e John Kennedy, così come i manager degli Stones, Joyce Smyth e Jody Klein e, infine, voglio di nuovo ringraziare di cuore e con grande rispetto Mick e Keith. Il potere della musica è enorme”.

Foto

Video

Concorsi

Virgin Radio Life

WEBRADIO tutte

webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD