25 anni di Ultra: l'album che sancì la rinascita dei Depeche Mode. Scopri la storia

Rock News

25 anni di Ultra: l'album che sancì la rinascita dei Depeche Mode. Scopri la storia

Dall'abbandono di Alan Wilder all'overdose di Dave Gahan, come Martin Gore resuscitò la band proiettandola nella leggenda

«Sono nato in una piccola schifosa città dell’Inghilterra e ho sempre sognato di andare nello spazio, come David Bowie»: sono le parole con cui Martin Gore ha spiegato la musica e l’immaginario dei Depeche Mode, la band che ha usato l’elettronica come uno strumento blues per raccontare storie, comunicare emozioni e scavare nell’animo umano, grazie anche alla voce e alla personalità profonde e complesse di Dave Gahan.

Perchè come ha dichiarato sempre Martin Gore: «I Depeche Mode non riuscirebbero mai a fare musica da ballare, neanche volendo».

Il 14 aprile del 1997 i Depeche Mode pubblicano il loro nono album, Ultra con cui debuttano direttamente al n1 in Inghilterra e arrivano fino al n. 5 in America. È stato Martin Gore a rimettere in piedi i Depeche Mode nel momento più difficile: Alan Wilder se ne è andato, Dave Gahan ha rischiato di morire, lui riunisce la band in studio e dice: «Proviamo a suonare ancora insieme. Se non dovesse funzionare ci sciogliamo».

Il risultato è una fusione di generi, dal pop al dark al blues e un incontro tra le due anime della band, quella luminosa e melodica di Martin Gore e quella oscura e trasgressiva di Dave Gahan, che si esprime nel primo singolo Barrel of a Gun. La prima strofa è la frase che si dice Dave abbia detto subito dopo essersi risvegliato dal coma dopo un’overdose in un hotel sul Sunset Strip di Los Angeles: «Did you mean this horny creep

I Depeche Mode sono una rock band che suona elettronica, creano un’estetica e ispirano tutti, dagli Underworld che remixano Barrel of a Gun ai produttori Kruder & Dorfmeister che rifanno il singolo Useless.

Mancano da quattro anni (Songs of Faith and Devotion, più orientato al rock è uscito nel 1993), ma creano uno degli album di maggior successo della loro carriera, una colonna sonora della fine del decennio che anticipa le inquietudini degli anni duemila come Ok Computer dei Radiohead che esce poche settimane dopo il 21 maggio.

Un album di rinascita spirituale e personale per la band (il documentario che esce nel 2007 per il decimo anniversario si intitola Oh Well, That’s the End of the Band…), che rappresenta un passo in avanti nel loro percorso di innovazione continua, tra analogico e digitale, rock ed elettronica, dalla claustrofobia alla luce. Un percorso di emozioni musicali che ha reso i Depeche Mode unici e amati in tutto il mondo, come ha detto Martin Gore: «Siamo più di una band, siamo un culto»  

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: AC/DC
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Virgin Rock Hits
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Guano Apes - Open Your Eyes