Blur, la storia di Song 2: il pensiero a Kurt Cobain e il vero significato del titolo secondo Damon Albarn

Rock News

Blur, la storia di Song 2: il pensiero a Kurt Cobain e il vero significato del titolo secondo Damon Albarn

Uno dei più grandi singoli della band inglese che fece conoscere il gruppo in tutto il mondo

Ai Blur è bastata una sola canzone per conquistare il pubblico americano. Fino al 1997 i Blur erano soprattutto un’istituzione inglese, poi il 7 aprile 1997 esce Song 2 e la band arriva al n.2 in Inghilterra e in Australia e al n.6 nella Alternative Songs Chart di Billboard. Un anno dopo Song 2 vince due Brit Awards, di cui uno per il videoclip girato da Sophie Muller ed entra nella cultura di massa quando viene usata come sigla del videogioco “Fifa: Road to World Cup 98” e poi in serie tv e film tra cui Starship Troopers di Paul Verhoeven e in molti eventi sportivi (per esempio per celebrare i goal in diversi stadi europei).

È anche uno dei tre brani simbolo del rock inglese scelti per lo spettacolo di Capodanno 2011 di Londra insieme a London Calling dei Clash e We Will Rock You dei Queen.

Il ritornello “When I Feel Heavy Metal” è la chiave di tutto. Damon Albarn pensa a Kurt Cobain, Graham Coxon fa uno dei suoi migliori riff di chitarra, i Blur vogliono allontanarsi definitivamente dal Britpop e reclamare la propria evoluzione di suono (anche contro la pressione delle etichette discografiche che vogliono singoli radiofonici) e creano un pezzo lungo due minuti e due secondi, con due tracce di batteria e due di basso sovraincisi, due strofe e due ritornelli composti da due sole sillabe (il celebre “whoo-whoo”), che esce come secondo pezzo del loro quinto album omonimo, senza una foto della band in copertina e intitolato semplicemente Blur.

Quando la suonano per la prima volta dal vivo il 15 giugno 1996 ad un festival in Svezia, Damon dice: «Il prossimo pezzo non ha un titolo, non so neanche di cosa parli perché in realtà non ho neanche ancora scritto il testo. Al momento si chiama Song 2». In studio a Londra Damon registra una specie di flusso di coscienza di parole intorno al ritornello “quando mi sento heavy metal” ma il produttore Stephen Street decide che è perfetto e lo lascia nel take definitivo. Una pura improvvisazione, in cui i Blur seguono l’istinto, omaggiano la potenza del rock e creano il loro più grande successo. «Abbiamo capito che non era sempre necessario pulire ogni suono” ha detto il bassista Alex James, che si dice abbia registrato le sue due tracce di basso dopo essere arrivato in studio direttamente da un club, «La cosa che fai per prima è quella che conta veramente».

 

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Hard Rock
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock '90
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative