With Or Without You, da scarto a punto di svolta: la storia del brano che portò gli U2 in cima all'olimpo della musica

Rock News

With Or Without You, da scarto a punto di svolta: la storia del brano che portò gli U2 in cima all'olimpo della musica

La canzone, pubblicata come singolo principale da The Joshua Tree, regalò alla band di Bono e The Edge vetta della classifica per la prima volta

The Joshua Tree è sicuramente il disco che face scoprire gli U2 al mondo intero, con un album dal respiro internazionale, registrato in un posto meraviglioso e con all'interno alcune delle più grandi canzoni mai scritte dalla band irlandese. 

Tra queste quella che regalò alla band di Bono e The Edge per la prima volta la vetta della classifica americana è With Or Without You, un brano d'amore, speranza e consolazione che nel 1987 dominò le playlist delle radio e delle televisioni musicali di tutto il mondo.

Vediamo insieme alcune curiosità legate a questo singolo scritto da Bono in quasi due anni e inserito tra le 500 migliori canzoni di tutti i tempi.

IL VERO SIGNIFICATO DEL TESTO

In questa canzone, Bono racconta di una relazione tormentata a cui non può sfuggire. Le parole del testo però possono essere interpretate in molti modi, anche se il frontman della band irlandese ha sempre sostenuto che con questo brano volesse scrivere una canzone d'amore che trattasse di problemi reali. Questa canzone parla di un uomo che è combattuto nella scelta tra il suo amore per una donna che promette di essere sempre al suo fianco e la sua fatale attrazione per un'altra donna che costantemente tenta i suoi pensieri.

LA PRIMA STESURA, THE EDGE LA CONSIDERAVA ORRIBILE

La prima versione di With Or Without You risale alla fine del 1985, quando gli U2 si riunirono in una casa comprata dal batterista Larry Mullen Jr. Durante quel periodo periodo venne scritta da Bono la prima demo del brano che il chitarrista The Edge considerava veramente "orribile". Secondo il bassista Adam Clayton, queste prime versioni della canzone erano davvero troppo smielate e "molto tradizionali perché gli accordi giravano e rigiravano a ripetizione".

Durante le sessioni di registrazione di The Joshua Tree la band cercò in ogni modo di mettere mano alla canzone, di modificarla, nonostante Bono fosse contrario. Fu grazie ai co-produttori dell'album Brian Eno e Daniel Lanois che The Edge ebbe la possibilità di mettere mano al brano, nonostante durante le innumerevoli prove la band fosse ormai certa di scartare il brano senza riuscire a trovare un arrangiamento decente per l'inserimento della canzone nel disco. 

LA SVOLTA E LA INFINITE GUITAR

Nonostante il destino della canzone sembrasse segnato, anche dopo la scelta di Brian Eno di abbandonare gli arrangiamenti per la canzone, la svolta arrivò grazie a The Edge e ad una particolare chitarra inviatagli dal musicista canadese Michael Brook, con cui aveva collaborato per la colonna sonora del film Captive del 1986. Si trattava della Infine Guitar, una chitarra elettrica creata dallo stesso Michael Brook, che consentiva di riprodurre una certa nota "all'infinito" pur continuando a suonare un riff (grazie ad un particolare pick up). Fu l'utilizzo di questa particolare chitarra che cambiò per sempre il destino del brano

Ascoltando la base musicale di With or Without You provata da The Edge, nella sala di controllo Bono sentì l'effetto creato dal chitarrista con la sua Infinite Guitar: "Gesù, è meglio di quanto pensassi". The Edge registrò immediatamente la parte di chitarra e le sessioni dell'intero album presero tutta un'altra piega. La band ha sempre considerato la registrazione di questo brano come uno dei momenti di svolta, poiché venne incisa in un momento di grande preoccupazione e con la paura di aver esaurito le idee.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock Party
 
Nandi Bushell ha realizzato la la drum cover di We Are The Champions dei Queen. Guarda il video
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: BON JOVI