Ecco perché paragonarsi ad altri chitarristi influisce negativamente sulla creatività, provocando malessere psicologico

Rock News

Ecco perché paragonarsi ad altri chitarristi influisce negativamente sulla creatività, provocando malessere psicologico

Secondo uno studio il confronto continuo con le capacità di altri musicisti porterebbe disagio mentale basato sulla sensazione di inadeguatezza

La classifica dei migliori chitarristi di tutti i tempi è sempre la stessa da decenni, almeno nelle prime tre posizioni: Jimi Hendrix, Eric Clapton, Jimmy Page. Eppure tutti i chitarristi del mondo, dai fenomeni dello strumento (da ricordare le parole di Steve Vai a proposito di Edward Van Halen: «Solo uno stupido poteva pensare di competere con Eddie» ) o semplici appassionati, non riescono a sfuggire alla tentazione di fare paragoni.

Una storia che è cominciata proprio con Eric Clapton, che dopo aver invitato un Jimi Hendrix appena arrivato a Londra e ancora sconosciuto a suonare con lui, si è arrabbiato con Chas Chandler, l’uomo che lo ha scoperto in un club di a New York e portato a Londra per registrare il primo album Are Your Experienced? dicendogli: «Non mi avevi detto che era così bravo».

Un articolo pubblicato sulla rivista specializzata Guitar World analizza quello che succede quando i chitarristi si mettono in paragone tra loro. La premessa è che sono persone creative, di grande personalità ma anche insicure, poco abituate e venire messe in secondo piano. «La paura del fallimento e la pressione ad essere sempre i migliori sono la prima causa di negatività e malessere psicologico dei musicisti» si legge nell’articolo. Secondo un sondaggio condotto nel 2019, il 73% di tutti i musicisti soffre di una forma di disagio mentale basato sulla sensazione di inadeguatezza, alimentata negli ultimi tempi dai social media e dall’accesso illimitato alla musica garantito dallo streaming, che permette di conoscere la tecnica e i virtuosismi di qualsiasi chitarrista al mondo.

Per arginare il fenomeno, il più famoso insegnante di chitarra online, Justin Sandercoe (conosciuto per i suoi tutorial sul sito justinguitar.com) ha creato anche un percorso di apprendimento in cinque punti per imparare a trarre ispirazione dai grandi chitarristi invece che esserne intimiditi.

La chiave è ricordare sempre che la cosa più affascinante della chitarra è che non si può conoscere e dominare in modo davvero completo. La giovanissima polistrumentista americana Yvette Young (che suona anche violino e pianoforte) mette in chiaro che tutto ruota intorno alla creatività e non alla tecnica: «Ammiro i virtuosi, chi conosce ogni dettaglio dello strumento e ogni trucco per sorprendere, ma per me la tecnica è solo un modo per dare forma alla musica che ho in testa. Realizzare una visione: questo vuol dire essere un buon chitarrista». Un altro fenomeno della chitarra dell’ultima generazione, Angel Vivaldi, molto attivo sui social e in rete, ha dato invece un consiglio semplice ma molto efficace: se non vi sentite abbastanza bravi, girate la vostra chitarra al contrario e se siete destri suonatela da mancini (e viceversa).

Un modo per tornare ad essere dei principianti, ricominciare da zero e ricordare quanto si è imparato: «Invece di pensare a quello che dovete ancora fare, soffermatevi un momento su tutto quello che siete riusciti a fare» ha detto Angel,  «La bellezza della chitarra sta nella sua unicità: ci sono elementi nel vostro modo di suonare che appartengono solo a voi e che nessun altro può replicare. La chitarra è uno strumento che serve per esprimere emozioni, e dovrebbe essere sempre fonte di gioia»

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Rock Hits
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES