Leonardo DiCaprio: “È quasi impossibile lavorare con Quentin Tarantino, ma lo desideravo tantissimo"

Rock News

Leonardo DiCaprio: “È quasi impossibile lavorare con Quentin Tarantino, ma lo desideravo tantissimo"

Il grande attore Premio Oscar ha raccontato i retroscena legati alla lavorazione del film Django Unchained

Django Unchained è uno dei film più famosi e amati dai fan di Quentin Tarantino. È stato anche un film del quale si è parlato molto perché ha affrontato un tema importante come quello della schiavitù dei neri. La pellicola, infatti, narra la storia di uno schiavo che riesce a liberarsi e a fuggire per andare a salvare sua moglie.

Proprio per il tema delicato che viene affrontato, per gli attori del cast non è stato semplice cimentarsi con questa sceneggiatura. Per Leonardo DiCaprio, ad esempio, cimentarsi con un ruolo come quello di Calvin J. Candie, uno dei più spietati e ricchi latifondisti schiavisti del Mississippi, ha rappresentato una vera sfida.

Il grande attore desiderava fortemente lavorare con Tarantino e questo suo sogno lo ha spinto ad accettare subito la parte: “Volevo lavorare con lui e quello mi sembrò un set interessante del quale entrare a far parte – ha raccontato in un’intervista del 2014 per Variety – non erano stati realizzati molti film sulla schiavitù fino a quel momento, di certo non film di quella portata”.

Prima di iniziare a girare le scene, DiCaprio e gli altri attori protagonisti, ovvero Jamie Foxx e Samuel Jackson, si sono riuniti per discutere dei loro ruoli. Per Leonardo è iniziato così un lavoro davvero difficile: “Interpretare un essere umano così incredibilmente odioso e un personaggio così ben delineato non è stato affatto semplice – ha spiegato l’attore – il primo giorno ho chiesto a Jamie e Samuel ‘Quanto in là dovrei spingermi in questo caso?’. Loro mi hanno consigliato ‘Faresti meglio a spingerti molto oltre’. A quel punto io ho detto ‘D’accordo, sono pronto, sono preparato per questo’”.

Gli attori e, ovviamente, anche Tarantino, concordavano tutti sul fatto che DiCaprio avesse dovuto portare quel personaggio al limite per rappresentare al meglio quanto fosse orribile la schiavitù. Dopo l’uscita di Django Unchained in tanti hanno apprezzato, non a caso, la magistrale interpretazione del grande attore. “Questo è un tema davvero molto toccante – ha detto ancora Leonardo – se non avessi interpretato questo personaggio come il peggior figlio di p*****a possibile, le persone avrebbero pensato che noi avessimo voluto addolcire l’argomento. Al contrario, questo è un problema molto importante di cui parlare e riguarda la storia americana. Così ho detto subito ‘Sono d’accordo, facciamo così’”.

Durante le riprese di Django Unchained, però, DiCaprio ha poi dovuto abituarsi a quel suo personaggio e ha avuto bisogno di un po’ di tempo per entrare davvero nella parte. Una delle prime scene girate è stata quella della lotta tra due schiavi, dove DiCaprio aveva un ruolo fondamentale: “Il primo giorno di lavoro è stato abbastanza folle – ha raccontato – c’erano due lottatori e io dovevo rivolgermi a loro chiamandoli ‘ne**i’ continuamente, è stata davvero dura. Mi ci è voluto molto tempo per abituarmi. In certe situazioni non ti sei mai davvero a tuo agio, ma del resto anche questo fa parte del nostro lavoro”.

Nonostante il tema trattato nel film fosse davvero molto pesante, tutto il cast è riuscito brillantemente nell’impresa di raccontare questa storia emozionante e commovente. “Tutti quanti mi sono stati d’aiuto sul set – ha confermato DiCaprio – stavamo facendo un film e davvero tutto il cast, soprattutto Jamie, mi ha incoraggiato in un modo incredibile. Mi mostravano il pollice all’insù anche quando interpretavo le parti più brutte della sceneggiatura”. Un grande attore, del resto, si riconosce anche dalla sua capacità di calarsi nei panni di un personaggio deprecabile: l'interpretazione di Calvin J. Candie è stata solo l’ennesima prova dell’immenso talento di Leonardo DiCaprio.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Virgin Radio Classic Rock
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock '80
 
Nandi Bushell ha realizzato la la drum cover di We Are The Champions dei Queen. Guarda il video
 
Virgin Radio Rock '90
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: OASIS