Michael Stipe: “Col mio materiale solista non devo compiacere nessuno, se non me stesso”

Rock News

Michael Stipe: “Col mio materiale solista non devo compiacere nessuno, se non me stesso”

L’ex frontman dei R.E.M. parla della sua carriera come solista e del suo nuovo approccio alla composizione

Dopo lo scioglimento dei R.E.M. e dopo alcuni anni lontano dalle scene, Michael Stipe ha intrapreso la carriera solista. Di recente ha anche collaborato con altri artisti, come ad esempio con Aaron Dessner dei The National, nella veste dei Big Red Machine, con il quale ha interpretato il suo ultimo singolo, pubblicato durante il lockdown, ossia No Time For Love Like Now. Le cose, insomma, per lui stanno andando piuttosto bene: come artista ha ritrovato la sua vena creativa e continua ad avere un grande seguito, per questo motivo non ha alcuna intenzione di mettersi in competizione con ciò che ha fatto in passato.

Quella di Stipe è un’attitudine positiva di fronte alla sua nuova carriera. Di questo e molto altro ha parlato in un’intervista per Uncut: “Non credo che mi mancasse scrivere canzoni – ha detto – come artista, direi che la musica per me rappresenta una forma d’espressione molto facile. Ho questa voce e scrivo parole. Diciamo che la musica si è di nuovo insinuata dentro di me dopo una lunga pausa. Credo siano passati cinque o sei anni dallo scioglimento dei R.E.M. nel 2011, prima che io tornassi a lavorare su nuova musica. E sì – ha sottolineato – mi sta piacendo. Mi piace davvero lavorare con persone diverse e sono entusiasta che Aaron sia una di queste persone. È davvero stimolante apprezzare così tanto il lavoro di qualcuno e poi avere la possibilità di lavorare con lui e di entrare con lui in studio”.

In seguito, Stipe ha illustrato nello specifico ciò che sta creando in questo periodo, facendo una rivelazione inaspettata: “Ho 18 canzoni sulle quali sto lavorando – ha detto – alcune sono più complete di altre. Alcune hanno già testo e altre no. Ma tutte quante hanno una melodia, altrimenti non sarebbero canzoni… non avevo mai composto musica prima, il che significa che mi sto approcciando alla musica da un punto di vista completamente diverso che non avevo mai assunto con i R.E.M. – ha spiegato – il lavoro con Aaron è stato simile a quello con i R.E.M.: gli strumenti sono più organici per fortuna, perché la mia voce funziona benissimo con il piano e con la chitarra acustica. Ma i pezzi che sto scrivendo per me, non so come sia accaduto, ma li sto componendo per la tuba. Sto scrivendo parti orchestrali – ha rivelato – sto componendo cose che non avevo mai sperimentato prima con nessuno. Ma è proprio questo che mi rende entusiasta”.

L’ex frontman dei R.E.M., insomma, ha deciso di esplorare nuovi orizzonti musicali, lasciandosi guidare dalla sua ispirazione del momento: “Di solito – ha continuato – compongo una melodia cantandola, poi cerco di riprodurla con un sintetizzatore e decido se svilupparla o meno. Mi piacciono davvero i suoni semplici del sintetizzatore. Non ho paura di sembrare stupido. Posso fare quello che diavolo mi pare, in sostanza. Sono arrivato a un punto della mia vita in cui non devo compiacere nessuno se non me stesso. E questa – ha concluso scherzando – è una vera vocazione, perché io ho degli ottimi gusti!”. Di certo, Michael Stipe riuscirà a stupire i suoi fan ancora una volta, con la sua creatività e il suo grande talento.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Classic Rock
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock '80
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Ramones - The KKK Took My Baby Away
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Rock Hits