Foo Fighters, Dave Grohl: "Pensavo di non essere all'altezza di quello che facevo. Le canzoni sono state la mia terapia"

Rock News

Foo Fighters, Dave Grohl: "Pensavo di non essere all'altezza di quello che facevo. Le canzoni sono state la mia terapia"

"Mi ci sono voluti anni e anni per superare la timidezza nei confronti della mia immagine della mia voce"

Durante una recente intervista rilasciata ad Entertainment WeeklyDave Grohl ha parlato della sua difficoltà a rivedere filmati se stesso, aggiungendo di aver avuto problemi persino a riascoltare il suo materiale audio.

L'ultimo album in studio della band "Concrete and Gold" è stato pubblicato nel 2017. Per spiegare questo suo disagio, il fondatore e frontman dei Foo Fighters ha ricordato un episodio che risale a prima della nascita del gruppo, era il 1994. Grohl ha raccontato: «Ero da solo in uno studio nel seminterrato a registrare queste canzoni e non ho mai permesso a nessuno di sentirle perché non mi piaceva il suono della mia voce, non mi piacevano i testi, non pensavo di essere un grande chitarrista... L'elenco è lungo».

Dave ha raccontato di aver tenuto a lungo quelle canzoni per sé, "usandole come una sorta di esercizio, di terapia". Poi la band ha iniziato ad esibirsi e lui voleva che fosse tutto perfetto per il suo pubblico. È stato questo desiderio a sbloccarlo e a spingerlo a rivedersi e riascoltarsi per capire come migliorare.

«Ci sono voluti anni e anni per rendermi conto», ha confessato il frontman, ma gradualmente ha cominciato a rilassarsi e a capire che uno degli aspetti più importanti per un artista è essere se stesso. Da quel momento tutto è migliorato, «o, almeno, mi sono sentito meglio», ha precisato scherzando.

Nel corso dell'intervista Grohl ha anche parlato della strana situazione che impone questo lockdown: esibizioni da casa per un vasto pubblico e senza scenografie. Dave confessa anche di essere decisamente "analogico" e poco avvezzo alla tecnologia, ma per la necessità del momento sta imparando in fretta.

A questo proposito poi ha raccontato: «Proprio l'altra settimana ho ricevuto una telefonata in cui mi dicevano che la BBC avrebbe messo insieme un gruppo di musicisti per eseguire "Times Like These" ed ero così lusingato che tu non puoi immaginare, ho quasi pianto». Dave ha raccontato di come quel brano fosse stato scritto in un momento difficile della sua vita, in cui aveva paura ma era anche fiducioso. Usarlo in questo momento e mettendo insieme tanti artisti fantastici è emozionante.

Dave ha raccontato che hanno già iniziato a raccogliere i filmati degli artisti che cantano parti del brano. Non gli hanno chiesto di cantare l'intera canzone, ma di partecipare con un verso o un coro: «Ci piacerebbe averti», gli hanno detto precisando: «Assicurati solo di filmarti in un paesaggio». Ed è stata proprio questa la parte difficile, ha confessato il musicista che, però, ha rivelato di aver già inviato la sua versione.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Hard Rock
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock Ballads