Metallica, James Hetfield: “Ho iniziato con la musica suonando il piano, ma volevo solo fare casino”

Rock News

Metallica, James Hetfield: “Ho iniziato con la musica suonando il piano, ma volevo solo fare casino”

Il frontman dell’iconica band del metal racconta dei suoi primi passi nel mondo della musica

Dopo un periodo in riabilitazione per superare i suoi problemi con l’alcool, James Hetfield è finalmente tornato a farsi vedere in pubblico: il frontman dei Metallica ha presenziato all’inaugurazione della Reclaimed Rust, la mostra dedicata alle sue auto custom organizzata presso il Peterson Automotive Museum di Los Angeles.

In questa occasione, oltre che di macchine James ha inevitabilmente parlato anche dell’altra sua grande passione e, a Terry L. Karges, ha raccontato di come ha mosso i primi passi nel mondo della musica. “Quando frequentavo la prima media sapevo leggere la musica – ha detto – sono andato a casa di una signora che mi ha insegnato a suonare il pianoforte. Alla fine della lezione mi preparava dei biscotti. Ecco cosa facevo: leggevo la musica, cantavo e suonavo. Sono così grato per questo – ha sottolineato – perché in casa avevamo un pianoforte e io ci tamburellavo sopra, così mia madre ha pensato ‘Oh, vuole suonare il piano’. In realtà, io volevo semplicemente suonare la batteria e fare casino, ma lei ha pensato che volessi suonare il piano e così alla fine l’ho fatto”.

Il primo strumento musicale che Hetfield ha imparato a suonare è stato dunque il pianoforte ma ben presto ha trovato la sua vera strada con un altro strumento: “Se alla fine ho preso in mano una chitarra è perché volevo suonare la musica che mi piaceva – ha raccontato – ossia quella che si suona con la chitarra e non con il piano. Inoltre la chitarra era facile da personalizzare, era più economica di una batteria, che comunque noi avevamo già. Così sono andato a comprare la mia prima chitarra per 5 dollari e prima di suonarla credo di averla ridipinta circa 10 volte. Era più importante che fosse bella”.

Hetfield ha poi raccontato di come è nato il logo del gruppo: “L’ho disegnato io – ha spiegato – ne avevamo bisogno, avevamo il nome della band e a quel punto ci mancava il logo. Ricordo di essermi seduto insieme a Ron (McGovney, il primo bassista dei Metallica ndr) a casa sua e di aver tirato fuori dei tovaglioli sui quali ci siamo messi a scarabocchiare, progettando il nostro dominio del mondo e provando a fare uno schema di tutto questo. C’erano delle sbavature e poi è rimasto così”.

Infine, Hetfield ha raccontato anche come è nato il nome del gruppo: “A quei tempi, mi riferisco all’epoca in cui si usava scambiare le cassette musicali – ha detto – ciascuno aveva le proprie band preferite e di solito le stesse band scambiavano le cassette. In questo contesto esistevano poi le fanzines. In sostanza, qualcuno realizzava delle foto o delle immagini, scriveva una storia, la stampava e poi la vendeva per 50 centesimi e così c’erano tantissime fanzines metal. Il nostro amico Ronnie Quintana, che viveva nella zona di San Francisco, aveva pensato a un’intera lista di titoli diversi per il suo magazine. Alla fine ha scelto Metal Mania. Uno dei titoli scartati era Metallica – ha concluso ridendo – e così lo abbiamo preso in prestito da lui”. Dopo il periodo di stop dovuto al rehab, adesso James Hetfield è pronto a tornare sul palco con la band per i prossimi concerti, previsti a breve negli Stati Uniti.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio On-Air
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES