Red Hot Chili Peppers, Flea: "ho dovuto eliminare le parti migliori dalla mia autobiografia". Ecco perché

Rock News

Red Hot Chili Peppers, Flea: "ho dovuto eliminare le parti migliori dalla mia autobiografia". Ecco perché

"Erano parti selvagge e divertenti". Le memorie del bassista sono state pubblicate nei giorni scorsi

Il 5 novembre è stata pubblicata Acid for the Children, l’autobiografia di Flea, il bassista dei Red Hot Chili Peppers. In una nuova intervista per Forbes, il musicista ha rivelato di aver eliminato dalle sue memorie alcune di quelle che riteneva essere “le parti migliori”: in effetti, il racconto si interrompe nel momento in cui Flea entra a far parte dei RHCP.

Il bassista ha spiegato che il suo intento non era quello di dare scandalo e che la fama non merita di essere raccontata. Flea voleva che questo libro parlasse solo di lui come uomo e non del successo che ha poi ottenuto come musicista. “Non importa quanto io sia bravo o imbranato nella scrittura - ha dichiarato - ho solo cercato di scrivere al massimo delle mie capacità, perché ho pensato che il libro avrebbe avuto un valore solo se fossi stato completamente onesto”.

È per questi motivi che al momento dell’editing ho deciso di tagliare un sacco di storie, anche se erano davvero belle - ha continuato Flea - erano selvagge e divertenti, le ho scritte bene e sono alcune delle parti migliori dell’autobiografia. Ma poi mi sono reso conto che avrebbero dato scandalo. E io non voglio dare scandalo tanto per dare scandalo - ha sottolineato - ogni storia che ho raccontato doveva rappresentare qualcosa che ha contribuito a formarmi. E per questo dovevo essere onesto, dovevo scrivere qualcosa che mi ha fatto diventare quello che sono, come l’insicurezza di essere un bambino che ha bagnato il letto fino all’età di 11 anni, oppure la mia difficoltà nelle relazioni, o ancora il mio comportamento da st****o antipatico pensando di essere divertente”.

Acid for The Children si interrompe nel 1983, ma in realtà Flea ha continuato il suo racconto fino al 2000. Tutto questo apre la possibilità a un secondo capitolo delle sue memorie: “Per me tutta quella parte che narra della nascita della band, spiega solo la band, almeno secondo la mia prospettiva - ha spiegato - molto più di quanto io abbia raccontato della genesi di ogni disco o di ogni litigio all’interno del gruppo”.

Per il bassista non è stato semplice mettere nero su bianco i suoi ricordi, quindi forse è anche per questo che non ha voluto raccontare proprio tutto, fermandosi invece a un certo punto. “C’è così tanta roba, sto ancora metabolizzando l’idea di questo libro - ha spiegato ancora - di doverne parlare, di dover affrontare la vulnerabilità derivata dal solo fatto di averlo pubblicato, è una sensazione strana e assurda. Non so, ho ancora bisogno di metabolizzare, di immergermi di nuovo in ciò che ho scritto e poi decidere il da farsi. Perché prima ero certo di ciò che stavo facendo, mentre adesso, ad essere sincero, sono un po’ titubante”.

Scrivere questo libro dall’inizio alla fine non significava solo scrivere delle storie - ha continuato Flea - per me significava cercare di capire cosa diavolo è successo nella mia vita, significava dare un senso a me stesso. Senza dubbio per me ha rappresentato un processo di trasformazione, perché ho imparato molte cose di me con la scrittura e anche con la vulnerabilità che comporta il condividere con gli altri queste storie, nella speranza che la mia solitudine aiuti le altre persone a sentirsi meno sole”.

Di recente Flea si è sposato e ora sta vivendo un momento molto felice: “In definitiva, penso che questo libro abbia contribuito in gran parte nella mia più recente crescita - ha detto per poi concludere - mi ha reso pronto per un amore che sono così grato di poter condividere con mia moglie… non puoi aver quel tipo di relazione finché non sei davvero pronto, perché è qualcosa che non puoi fingere”.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock '90
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock Ballads