Noel Gallagher: “Non mi è mai importato di ciò che vogliono i fan, altrimenti non avrei lasciato gli Oasis”

Rock News

Noel Gallagher: “Non mi è mai importato di ciò che vogliono i fan, altrimenti non avrei lasciato gli Oasis”

Il musicista è stanco delle critiche e delle aspettative del pubblico, al quale rivolge parole molto dure

I fan degli Oasis non smettono di sperare di rivederli un giorno insieme su un palco. Nel frattempo il botta e risposta tra i fratelli Gallagher continua e nei mesi scorsi Liam ha accusato Noel di essere il responsabile di questa mancata reunion. In effetti, Noel esclude del tutto l’ipotesi di tornare a suonare con il fratello e sembra anche piuttosto stanco di doverlo ripetere. 

Nella sua ultima intervista, rilasciata al canale First We Feast, il musicista è stato piuttosto duro nei confronti del suo pubblico. Quando gli è stato chiesto qual è, secondo lui, la differenza tra una canzone che lui vorrebbe scrivere e una canzone che risponda a ciò che i fan si aspettano da lui, Noel ha risposto così: “Loro vorrebbero che io facessi un tipo di musica che assomigli a quella degli Oasis. I fan… loro non sanno mai cosa diavolo vogliono – ha detto – non volevano Jimi Hendrix prima che diventasse famoso. Nessuno voleva gli Oasis prima che diventassimo famosi. Nessuno voleva i Sex Pistols. I fan non sanno quello che vogliono finché non sei tu a darglielo. Ma sai cosa? – ha aggiunto – io non ho alcuna intenzione di alzarmi la mattina o di andare a letto la sera preoccupandomi di ciò che vogliono i fan”. 

Se mi fosse importato di ciò che vogliono i fan, innanzitutto non avrei lasciato gli Oasis - ha puntualizzato – anzi, starei ancora lì a incassare assegni, a viaggiare separato dal resto del gruppo e a discutere con loro, come fa la maggior parte delle dannate rock band con una carriera di 30 anni alle spalle. In realtà, queste band non vanno avanti ma non hanno il coraggio di sciogliersi e di continuare ciascuno per conto proprio. Insomma, non mi importa proprio niente di ciò che vogliono i fan. Che vadano a f*****o”.

A queste parole c’è ben poco da aggiungere, Noel è stanco delle continue critiche e delle aspettative dei fan, su questo è stato molto chiaro: continuerà per la sua strada e a comporre la sua musica. Queste parole ribadiscono quindi un concetto che ormai dovrebbe già essere assodato: gli Oasis non torneranno mai più a esibirsi insieme, così come Noel non comporrà mai più musica simile a quella della sua precedente band, ma continuerà seguendo il suo stile personale. 

Tuttavia, nel corso dell’intervista Noel è tornato a parlare di due concerti storici degli Oasis, quelli tenuti in due serate consecutive nell’agosto del 1996 a Knebworth, in Inghilterra, davanti a oltre 250mila persone in totale: “Ricordo quegli show con affetto – ha confessato – ed è piuttosto divertente il fatto che in Supersonic, il documentario sugli Oasis che abbiamo realizzato qualche anno fa, si vede un fermo immagine di quella folla davanti alla quale abbiamo suonato, circa 125mila persone. La cosa più bella di quell’immagine è che nessuno tra gli spettatori teneva in mano un telefono. Tutti loro in quel momento erano con noi della band”.

In quel weekend – ha aggiunto – ai nostri concerti parteciparono circa 250mila persone e ci fu un solo arresto. Al giorno d’oggi, ci sarebbe una violenza estrema, urlerebbero e farebbero selfie di continuo… ecco perché quello di Knebworth è un bel ricordo di un periodo molto diverso”. In questo caso, è davvero molto difficile dargli torto.

Foto

Video

Concorsi

Virgin Radio Life

WEBRADIO tutte

Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Classic Rock
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock '90
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Hard Rock