Korn, Jonathan Davis: “Adoro i videogame, sono come la musica, ti trasportano in altri mondi”

Rock News

Korn, Jonathan Davis: “Adoro i videogame, sono come la musica, ti trasportano in altri mondi”

"Amo Zelda!" Il frontman della band ha parlato anche della scena rock di oggi: "Le band si somigliano ormai tutte"

Il frontman dei Korn, Jonathan Davis, è un vero appassionato di videogames e ci gioca praticamente da sempre. Di questa sua passione ha parlato a In Conversation With, rivelando dei particolari molto interessanti.

Ad esempio, il cantante ha spiegato cos’è che lo attira così tanto nei videogiochi: “Li adoro perché mi fanno volare con la mente in altri luoghi – ha detto – sei seduto lì a giocare e mentre lo fai vieni trasportato in mondi diversi, non sei più lì, ma dentro quel mondo. Tutto questo ti fa dimenticare i pensieri brutti che hai in testa, è come una liberazione. Ecco perché ho sempre giocato molto ai videogiochi”. 

Per Davis, giocare è un po’ come suonare: “La stessa cosa accade con la musica, è un’esperienza – ha sottolineato – ti siedi lì con le cuffie alle orecchie, ascolti la musica, e voli via con la mente, ecco cosa penso”. Il frontman ha un gioco che ama più di tutti: “Si tratta di un gioco del 2002, Zelda: Wind Waker, la versione uscita per Nintendo Cube. Quel gioco era veramente tosto per quel periodo, era uno dei miei preferiti. Nei videogiochi – ha spiegato – mi piace fare cose, andare in giro a esplorare e trovare cose. Non mi piacciono, invece, quei giochi in prima persona in cui devi sparare, a eccezione di alcuni come Borderlands, quello è divertente. A me piacciono di più giochi come quelli di ruolo, cose che mi portano a ragionare, risolvere puzzle ed enigmi simili”.

Tornando a parlare di musica, Jonathan Davis ha spiegato qual è il genere di musica che lo ha ispirato nella sua carriera: “Non saprei, non c’è qualcosa in particolare che mi ha influenzato – ha detto – ci sono cose che mi ispirano a fare ciò che faccio, ma in passato io ho ascoltato molta musica degli anni ’20, ’30, e ’40, le grosse band e la musica realizzata quando c’erano ancora i vecchi microfoni”.

La definisco ‘musica assassina’ – ha continuato – quando la ascolti ti sembra di ascoltare qualcosa di oscuro. Ho un vecchio giradischi, il vecchio 78 Record Player, per farlo suonare bisogna mettere su la puntina e poi avviarlo a manovella. Trovo ci sia qualcosa di oscuro in tutto questo e mi piace, continuerò ad ascoltare musica così ancora a lungo”.

Il frontman dei Korn, dunque, appare molto legato alla musica del passato, mentre, come accade a tanti, non trova altrettanto interessante quella del presente: “Per quanto riguarda la musica del momento, non c’è nulla di davvero buono – ha detto ridendo – è solo che, ascolti il rock, quello che chiamano ‘active rock’, e sembra che tutte le band che vengono fuori oggi abbiano lo stesso sound, sono sempre le stesse, con la stessa formula e gli stessi toni... ascolti sempre le stesse canzoni – ha concluso – ma suonate da persone diverse. Sto aspettando qualcosa che riesca davvero ad attirare la mia attenzione”.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Rock '90
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Webradio Virgin Radio Rock '80