Ingegnere ripara un sintetizzatore degli anni ’60, ma dentro c'era ancora dell’LSD: in stato confusionale per 9 ore! La storia

Rock News

Ingegnere ripara un sintetizzatore degli anni ’60, ma dentro c'era ancora dell’LSD: in stato confusionale per 9 ore! La storia

Un ingegnere informatico americano stava riparando un sintetizzatore modulare Buchla Model 100 degli anni ’60

Eliot Curtis è un ingegnere informatico americano e ricopre il ruolo di responsabile delle trasmissioni televisive per KPIX Television. Il suo lavoro si è sempre svolto tranquillamente, fin quando non ha dovuto restaurare e riparare un sintetizzatore modulare Buchla Model 100 degli anni ’60. Lo strumento era rimasto chiuso per tutti questi anni in un armadio, in una stanzetta buia, presso l’Università della California. Curtis ha cominciato a lavorarci e lo ha toccato, ha rimosso la manopola per pulire “una crosta o un residuo di cristallino”, come lui stesso ha dichiarato. Dopo aver spruzzato del solvente, ha usato il dito per rimuovere l’incrostazione.

A questo punto le cose sono cominciate a cambiare. Eliot ha riferito di aver avvertito uno strano formicolio circa 45 minuti dopo. Era colpa dell’LSD presente sul sintetizzatore, che si è conservato alla perfezione per decenni. Questo tipo di droga, infatti, riesce a esercitare il suo potere anche dopo molto tempo, basta che sia tenuta in un luogo fresco e buio. E per di più, l’LDS agisce anche se viene assorbito dalla pelle, non solo tramite ingestione. Fatto sta che Eliot Curtis si è fatto un bel viaggio di 9 ore!

Non è chiaro ancora come l’acido lisergico sia finito sullo strumento, se accidentalmente o di proposito. Come molti sanno, i musicisti si bagnavano le mani con l’acido e poi suonavano, alla ricerca di una dimensione più psichedelica.

Questo specifico modello di sintetizzatore è stato realizzato da Don Buchla, pioniere nel campo di questi strumenti. Pare che alcuni di questi pezzi siano finiti su un autobus nel 1966, acquistati dallo scrittore Ken Kesey, che nel 1959 prese parte a uno studio sulle sostanze psicoattive, tra cui anche l’LSD. Se questa circostanza fosse vera, si spiegherebbero molte cose.

Ma il mistero si infittisce. Perché Buchla era amico del tecnico del suono dei Grateful Dead, Owsley Stanley, noto anche come chimico clandestino, che sintetizzò una tra le forme più potenti di LSD da strada.

Fatto sta che questo sintetizzatore era molto utilizzato in un’epoca in cui chi suonava cercava sempre nuove forme e dimensioni artistiche anche, e soprattutto, attraverso la droga.

Dopo il viaggio di 9 ore di Eliot Curtis, il sintetizzatore è stato ripulito alla perfezione… non ci saranno più “inconvenienti” di questo genere.

Foto

Video

Concorsi

Virgin Radio Life

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Rock Hits
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio On-Air
 
Webradio Virgin Radio Rock '80