Red Hot Chili Peppers: i consigli di John Frusciante per diventare un chitarrista migliore

Rock News

Red Hot Chili Peppers: i consigli di John Frusciante per diventare un chitarrista migliore

Dall'amore incondizionato per Frank Zappa all'ossessione per Jimi Hendrix: i segreti del "Frusciante Touch"

John Frusciante è nato il 5 marzo 1970 a New York ed è cresciuto con la madre a Santa Monica, Los Angeles. Ha iniziato a suonare la chitarra quando aveva 9 anni dopo aver ascoltato l’album GI dei The Germs di Pat Smear e Darby Crash e si dice che a quindici anni sapeva suonare già tutte le canzoni di Jimi Hendrix.

Un prodigio della chitarra che ha saputo creare un suono unico, il “Frusciante touch” melodico, lirico e pieno di calore analogico e groove ma allo stesso tempo metallico, tagliente e underground, che gli ha permesso di mettere insieme funk e punk rock in un modo unico e di essere aperto a qualunque influenza musicale.

Una lezione che ha imparato dal suo idolo assoluto, Frank Zappa, che ha studiato per anni. Ha anche fatto un’audizione per entrare nella sua band, ma rinuncia quando scopre che Zappa proibisce l’uso di qualunque droga ai suoi musicisti: «Volevo diventare una rockstar e mi sono reso conto che non avrei potuto farlo con Zappa» ha detto.

Il primo incontro con i Red Hot Chili Peppers avviene a 15 anni: Frusciante va a vedere uno dei primi concerti della band e stringe amicizia con il chitarrista Hillel Slovak, poi grazie a D.H.Peligro, batterista dei Dead Kennedys conosce Flea, che ha ricordato la prima jam session con lui:  «Abbiamo scoperto subito di avere un’intesa incredibile». Quando Hillel Slovak muore di overdose nel 1988 e il batterista Jack Irons lascia la band, John Frusciante entra nei Red Hot Chili Peppers insieme a H.D.Peligro, che viene poi sostituito da John Frusciante per le registrazioni di Mother’s Milk. Frusciante ha solo diciotto anni, non ha mai suonato con una band a livello professionale e non sa suonare il funk, ma è il fenomeno che svolta il suono e la carriera della band fondata da Anthony Kiedis e Flea. In occasione dell’uscita del nuovo album della band, Unlimited Love, John Frusciante ha spiegato che una delle componenti fondamentali per diventare un grande chitarrista, oltre alla tecnica è la capacità di ascoltare, sentire e imparare a completare la musica degli altri membri della band. Ha anche fatto un elenco delle tre regole da seguire per scrivere il proprio nome nella storia del rock.

Non smettere mai di mettersi alla prova

"I primi anni con i Red Hot non era sulla strada giusta. Flea poteva fare pratica per venti minuti al giorno, o non farla per niente, poi prendeva in mano il basso e tirava fuori  qualcosa di fantastico. Quindi io pensavo: posso farlo anche io! Invece non funzionava. Per essere come Flea io devo lavorare venti volte di più. Devo impegnarmi al massimo per capire le cose che non capisco e che forse non capirò mai"

Essere sempre sé stessi e non cercare sempre di fare impressione sugli altri

"Quando avevo 18 anni cercavo di stupire, perché sapevo di suonare bene e di essere intenso e quella è una cosa che è rimasta ma mi sono reso conto che la musica non significa niente per le persone se non ci metti qualcosa di te stesso oltre alla tecnica. Appena ho messo l’anima nella chitarra tutto è cambiato. Il pubblico mi ha seguito proprio quando ho smesso di cercare sempre di stupirlo"

Imparare a suonare insieme alla propria band

"Troppo spesso si pensa che la qualità principale di un chitarrista sia quella di attirare l’attenzione su di sé. Qualcuno lo fa molto bene. Altri come Bernard Sumner dei Joy Division o John McGeoch dei Siouxsie and the Banshees hanno capito la stessa cosa che avevano capito Edward Van Halen o Jimi Hendrix: la cosa importante è  suonare con la propria band. Non importa quanto sei bravo, tecnico o veloce, la vera abilità del chitarrista è fare suonare bene la band. Una rock band non è composta da musicisti che stanno nel proprio mondo, è fatta di quattro persone che creano un suono tutti insieme"

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: BON JOVI
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock '80
 
Guano Apes - Open Your Eyes
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Hard Rock
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Rock Hits
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Virgin Radio Classic Rock