David Gilmour, le regole e i suoi segreti per imparare a suonare la chitarra: "so di non avere una gran tecnica, ma adoro la melodia"

Rock News

David Gilmour, le regole e i suoi segreti per imparare a suonare la chitarra: "so di non avere una gran tecnica, ma adoro la melodia"

La tecnica dei suoi assoli è fondata sulla base melodica del folk, del blues e del rock

Bob Ezrin, produttore di The Wall dei Pink Floyd e grande amico di David Gilmour ha detto una frase storica sul suo talento e la sua tecnica inarrivabile: «Puoi dargli in mano un ukulele, e lui te lo farà suonare come  uno Stradivari». Eppure esiste un metodo per provare a suonare come David Gilmour.

Il marchio di chitarre Fender e diversi magazine specializzati hanno provato nel tempo a creare delle regole per avvicinarsi al suono della leggendaria Black Strat di David Gilmour, la Fender Stratocaster nera del 1969 con la tastiera in acero usata per le registrazioni di Live at Pompeii, The Dark Side of the Moon, Wish You Were Here, Animals, The Wall e in molti concerti dal vivo.

La Black Strat, messa all’asta nel 2019 insieme ad altre 125 chitarre della sua collezione per sostenere la causa ambientalista (è stata battuta a 3 milioni e 975 mila dollari) è diventata un’icona del rock: Gilmour la compra nel negozio Manny's di Manny Goldrich a New York per sostituire un’altra Stratocaster nera (regalo dei suoi genitori per il 21esimo compleanno) che gli è stata rubata durante il tour americano dei Pink Floyd del 1968. È una Sunburst con il tradizionale colore in legno sfumato, Gilmour chiede che venga dipinta di nero, la suona per la prima volta dal vivo al Bath Festival nel giugno 1970 e nel corso degli anni cambia più volte il manico, l’elettronica e i pickup, adattandola a sé fino a creare una connessione quasi fisica con il suo strumento.

«Ho creato un mio stile personale. So di non avere una grande tecnica. Non sono molto veloce per esempio, ma dietro ogni mio assolo c’è un intenzione melodica» ha detto. Le regole per provare a suonare come David Gilmour sono due: usare la scala pentatonica e fare linee melodiche semplici. Gli assoli di Gilmour, soprattutto quelli improvvisati dal vivo, si muovono intorno alla pentatonica, la scala fondamentale della musica moderna, una sequenza di cinque note che rappresenta la base del folk, del blues e del rock. L’atmosfera trascendente delle canzoni dei Pink Floyd nasce invece dalla semplicità melodica e dall’uso di note lunghe e sostenute. Tutto questo può aiutare ad avvicinarsi a David Gilmour, anche se lui stesso ha detto una frase celebre per spiegare l’inevitabilità della sua grandezza: «Posso entrare in qualsiasi negozio di strumenti del mondo, prendere la prima chitarra appesa al muro, un paio di pedali molto semplici ed un amplificatore qualsiasi e suonerò esattamente come me».

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: BON JOVI
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES