Nirvana, ecco cosa pensava David Bowie dell'incredibile cover di "The Man Who Sold The World" cantata da Kurt Cobain

Rock News

Nirvana, ecco cosa pensava David Bowie dell'incredibile cover di "The Man Who Sold The World" cantata da Kurt Cobain

Kurt Cobain sul palco dell'MTV Unplugged a New York rivisitò il classico del Duca Bianco del 1970

Quando i Nirvana decidono di partecipare allo show MTV Unplugged il 18 novembre 1993, Kurt Cobain fa una lista delle canzoni che intende suonare in acustico insieme a Dave Grohl, Krist Novoselic, Pat Smear e alla violoncellista Lori Goldson sul palco del Sony Theater di New York davanti alle telecamere: nessuna hit dei Nirvana, un pezzo dall’album Bleach, About a Girl (che Kurt presenta dicendo: «Questo è il nostro primo singolo che nessuno conosce») e una serie di cover sorprendenti, da Where Did You Sleep Last Night? del bluesman Leadbelly a Jesus Doesn’t Want Me for a Sunbeam della punk band scozzese The Vaselines fino ad una versione di The Man Who Sold the World che entra nella storia. Il giorno prima dello show, Kurt dice che non suonerà, poi si presenta sul palco e fa una delle performance più intense ed emozionanti di tutti gli anni ’90, lasciando intravedere la grandezza del suo talento dietro al volume e alla rabbia dei Nirvana e cosa avrebbe potuto fare se fosse rimasto ancora in controllo di sé stesso e della sua ispirazione come in quei 53 minuti straordinari.

Grazie all’interpretazione dei Nirvana nell’MTV Unplugged in New York (pubblicato il 1 novembre 1994, numero uno in classifica in America e in Inghilterra), The Man Who Sold the World entra nell’immaginario di una nuova generazione. David Bowie ha sempre attribuito a questo pezzo un significato quasi mistico. La scrive nel 1970, quando è ancora un artista in cerca di sé stesso, si muove tra la musica e il teatro, cerca il suono definitivo che arriverà con la metamorfosi di Hunky Dory e Ziggy Stardust e scrive il racconto misterioso e inquietante dell’”Uomo che ha venduto il mondo”, influenzato anche dai suoi studi sul Buddismo (per un certo periodo vive anche in un monastero in Scozia): «Rappresenta come ci si sente da giovani, quando c’è una parte di te che non hai ancora imparato a cogliere» ha spiegato Bowie «C’è questa grande ricerca, il bisogno di scoprire chi sei veramente».

   

Kurt Cobain riesce a coglierne in modo perfetto il lato affascinante ed inquietante allo stesso tempo. The Man Who Sold the World è una visione pop distorta che i Nirvana elettrificano con il suono insistente di una chitarra elettrica sospesa sull’arrangiamento acustico, rendendola fragile e potente allo stesso tempo e trasformandola in un racconto metaforico della vita tragica e sublime di Kurt Cobain. David Bowie ha parlato spesso della cover di The Man Who Sold the World dei Nirvana: «È una interpretazione molto triste, ovviamente, perché è fortemente legata alla vita e alla morte di Kurt Cobain. Ricordo chiaramente il mio stato d’animo quando l’ho scritta, avevo 19 anni e come succede a quell’età ero in una fase mistica». Secondo Bowie è una canzone che ha assunto un doppio significato: «Rappresenta il momento in cui io l’ho scritta ma anche quello in cui Kurt l’ha cantata, mantiene il suo valore mistico». David Bowie non ha mai incontrato Kurt Cobain: «Sono rimasto stupito e onorato quando ho saputo che gli piaceva la mia musica, mi sarebbe piaciuto chiedergli i motivi per cui ha scelto di cantare The Man Who Sold the World e dirgli quanto mi era piaciuta la sua versione. Sarebbe stato bello lavorare con lui, ma anche solo parlargli mi avrebbe fatto molto piacere».

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Rock Hits