L.A. Woman compie 50 anni. La storia dell'ultimo album dei The Doors, il canto del cigno di Jim Morrison

Rock News

L.A. Woman compie 50 anni. La storia dell'ultimo album dei The Doors!

La storia dell'ultimo album della band californiana con il Re Lucertola

La fine degli anni '60 ha rappresentato uno dei periodi più turbolenti e difficili per l'immagine e la vita di Jim Morrison, tra arresti, fughe, censure e una stampa impetuosa nei confronti della sua figura. Ma nonostante questa apparente tensione a livello musicale il successo dei The Doors non conobbe alcuna crisi, aumentando esponenzialmente le vendite e l'apprezzamento tra tutti i fan della band. Le uniche tensioni che la band conobbe a livello musicale riguardavano le scelte della casa discografica, l'Elektra, che decise di dare alle stampe un greatest hits con 13 canzoni e un'immagine di copertina decisamente datata che metteva nell'ombra la band a scapito della sua immagine.

Ma gli anni '70 erano appena cominciati e la band, per onorare il contratto con la casa discografica, doveva assolutamente pubblicare un nuovo album, prima di potersi slegare dall'Elektra e negoziare un nuovo contratto. Nonostante il successo di The Soft Parade Jim Morrison decise di seguire la strada di Morrison Hotel, esplorando in ogni modo ogni venatura del grande blues che li rese celebri e immediatamente riconoscibili negli anni precedenti. Per il sesto album in studio la band portò in studio un secondo chitarrista, Marc Benno, e il grande bassista di Elvis Presley Jerry Scheff. La band registrò ai Sunset Studios con il loro produttore Paul A. Rothchild, ma per la prima volta nella storia del gruppo il loro produttore non fu per nulla soddisfatto del lavoro in studio della band. In un'intervista contenuta all'interno della biografia di Jim Morrison si espresse così riguardo al nuovo album: "Non credo che il mondo voglia ascoltarlo, è la prima volta che mi annoio in uno studio di registrazione nella mia vita. Volevo solo andarmene a dormire". Quindi la band decise di prodursi l'album in autonomia con l'aiuto del tecnico del suono Bruce Botnick.

Registrarono nella loro sala prove, la The Doors Workshop, e il lavoro progredì davvero rapidamente poiché alcune delle canzoni erano già state scritte come "Cars Hiss By My Window", estratta dai vecchi taccuini di Morrison a Venice Beach e dalla poesia di "The WASP (Texas Radio and the Big Beat)”che era stata inclusa in un libro dei The Doors del 1968. 

L’America invece venne scritto per fare parte della colonna sonora di Zabriskie Point del regista italiano Michaelangelo Antonioni, ma non fu utilizzata. 

Il disco però vide su tutte due canzoni cardine che entreranno immediatamente nella storia della band.
Riders on the Storm è il brano dei The Doors più vicino al jazz e, come la maggior parte dell'album, ha permesso ai tre grandi musicisti di mostrare le loro abilità, con uno straordinario Robby Krieger.

L'altro brano più importante e imprescindibile di questo disco è indubbiamente L.A. Woman: la canzone rappresenta un omaggio alla loro città natale, anche se non particolarmente in senso positivo. Dopo essere arrivato in città come studente di cinema all'interno della UCLA (University of California, Los Angeles), Jim Morrison si convinse che il fascino solare della città fosse soltanto una facciata superficiale. La canzone racconta una delle tante anime perdute e alienate all'interno di una città dominata da malattia e disperazione.

L.A. Woman sarebbe diventato l'ultimo album di Jim Morrison prima della sua tragica morte avvenuta il 3 luglio 1971. Il Re Lucertola lasciò il mixaggio del disco interamente tra le mani della band e salì su un aereo per Parigi. Durante la permanenza nella capitale francese telefonò a John Densmore dicendosi sorpreso e soddisfatto per il successo e l'apprezzamento ottenuto dall'album: "Se alla gente piace questo aspetta che sentano cosa ho in mente per il prossimo". Questa telefonata fu l'ultima volta in cui un membro della band riuscì a sentire Jim Morrison prima della sua scomparsa. 

TRACKLIST

1. "The Changeling"
2. "Love Her Madly"
3. "Been Down So Long"
4. "Cars Hiss by My Window"
5. "L.A. Woman"
6. "L'America"
7. "Hyacinth House"
8. "Crawling King Snake"
9. "The WASP (Texas Radio and the Big Beat)"
10. "Riders on the Storm"

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio On-Air
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: AEROSMITH