Foo Fighters, il nuovo album Medicine At Midnight non è per nulla un disco "dance". Ecco perché

Rock News

Foo Fighters, il nuovo album Medicine At Midnight non è per nulla un disco "dance". Ecco perché

Dave Grohl: "se diceste a qualcuno che i Foos hanno realizzato un disco dance probabilmente vomiterebbe"

Il 5 febbraio verrà pubblicato il tanto atteso nuovo disco dei Foo Fighters, Medicine At Midnight. In una nuova intervista per il Sunday Times, Dave Grohl è tornato a parlarne per rassicurare i fan: come già annunciato, il disco sarà molto diverso dai precedenti, ma il frontman è sicuro che non deluderà le aspettative dei fan.

La band ha voluto “sperimentare davvero il groove” per la prima volta: “La nostra idea era quella di realizzare qualcosa che facesse ballare la gente – ha spiegato il rocker 51enne – prima ancora delle melodie, prima ancora dei testi, io sapevo di voler trasformare questo disco in qualcosa di ballabile perché non lo abbiamo mai fatto prima. Abbiamo fatto roba rumorosa in stile punk-rock, abbiamo fatto heavy thrash dissonante, abbiamo fatto ballate acustiche e orchestrali e qualsiasi altra cosa a metà strada tra queste che ho citato. L’unica cosa che non abbiamo mai fatto è stato, appunto, esplorare il groove”.

È difficile mettere le parole ‘dance’ e ‘Foo Fighters’ nella stessa frase… sembra semplicemente impossibile da immaginare – ha proseguito il cantante – se diceste a qualcuno che i Foos hanno realizzato un disco dance probabilmente vomiterebbe, ma vi assicuro che non abbiamo fatto un disco alla Britney Spears”.

Medicine At Midnight, dunque, sarà qualcosa di nuovo ma non bisogna immaginarlo come un disco pop. I musicisti hanno deciso di cambiare rotta per vincere una sfida contro sé stessi ed evitare di ripetersi: “Se ti chiudi in un posto dove la gente si aspetta qualcosa di specifico da te, rischi di finire in un posto limitato dove tutto è o giusto o sbagliato e diventa una colpa – ha detto ancora Grohl – sentirsi in colpa musicalmente non ha alcun senso per me. Non credo nel piacere della colpa, ma solo nel piacere”. Per i Foos in questo momento il piacere di fare musica risiede nella possibilità di sperimentare sonorità nuove. Se saranno riusciti nell’impresa, saranno i fan a giudicarlo. Per adesso i primi due inediti estratti dall'album Shame Shame e No Son Of Mine sembrano aver stupito in maniera positiva il pubblico.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Nandi Bushell ha realizzato la la drum cover di We Are The Champions dei Queen. Guarda il video
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio Rock '80
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Rock Hits
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio On-Air
 
ROCKSTAR: OASIS
 
ROCKSTAR: AC/DC