Mötley Crüe, Tommy Lee: "accolsi l'arrivo dei Nirvana e del grunge a braccia aperte! Noi invece siamo semplicemente implosi"

Enzo Mazzeo

Rock News

Mötley Crüe, Tommy Lee: "accolsi l'arrivo dei Nirvana e del grunge a braccia aperte! Noi invece siamo semplicemente implosi"

Il batterista della band di Los Angeles: "con i Soundgarden la cosa è andata avanti e mi è piaciuta molto"

In questo periodo Tommy Lee sta promuovendo il suo nuovo album solista, intitolato Andro. In una nuova intervista per Zane Lows, però, il batterista dei Mötley Crüe ha parlato anche del passato e ha espresso la sua opinione sul grunge e sul successo di questo genere di musica all’inizio degli anni ’90.

Ho accolto l’arrivo dei Nirvana a braccia aperte – ha detto – ho pensato ‘Sì! Qualcuno smuove un po’ le acque. Grazie. Perché se ascoltassi un’altra maledetta canzone uguale a un’altra…’ Non lo so, penso che in quel periodo ci fossero molte band che si assomigliavano. Sembrava sempre la stessa cosa. Invece a me piace quando qualcuno fa scoppiare una bomba nella mischia e dice ‘No, noi andiamo in quest’altra direzione’. Adoro quando è così – ha sottolineato – e poi con i Soundgarden la cosa è andata avanti e mi è piaciuta molto”.

Nikki Sixx, invece, non la pensa esattamente come il suo compagno di band. In una recente intervista per Kerrang, quando gli è stato chiesto se, secondo lui, il grunge abbia o meno fatto passare in secondo piano il rock anni ’80, il bassista dei Mötley Crüe ha risposto: “Non penso che i Nirvana e i Pearl Jam abbiano ucciso band come i Poison o i Warrant. Penso che loro abbiano ucciso sé stessi. Facevano musica copiata da altri – ha sottolineato – noi, invece, siamo semplicemente implosi. Lasciamo perdere il nostro stile di vita per un attimo. La cosa che ci ha sempre permesso di andare avanti è stata la musica che facevamo e la nostra bravura quando la realizzavamo. Ogni grande band ha alti e bassi – ha proseguito – tutte partono dal basso e, se sono fortunate, riescono a raggiungere la vetta della montagna. Ma alla fine bisogna scendere. Sono poche le band che sono abbastanza fortunate da diventare famose e continuare ad avere successo per sempre. La musica è così, cambia, proprio come cambiano la tecnologia, la moda e le dinamiche sociali. Ma di nuovo, oggi molte band sembrano così dannatamente al sicuro”.

In realtà, di fatto l’arrivo del grunge cambiò le cose per tante altre band rock e metal diventate famose negli anni ’80. In un’intervista per Newsday del 2014, l’ex cantante dei Mötley Crüe, John Corabi, spiegò che il sesto album della band, quello al quale partecipò, fu un vero e proprio fiasco, perché la scena musicale era ormai cambiata e l’attenzione del pubblico si era ormai spostata sul grunge.Tutti ascoltavano gli Alice in Chains e i Soundgarden – ha raccontato – a quel punto noi eravamo considerati superati ormai. Il nostro tour americano del 1994 fu un vero incubo. Non riuscivamo a vendere i biglietti, è stato orribile”.

Evidentemente il pubblico si era stancato della musica glam rock del decennio precedente, così quando nei primi anni ‘90 la scena musicale di Seattle è giunta alla ribalta portando una ventata di novità, le band come i Mötley Crüe hanno perso un’ampia fetta di pubblico. Oggi, però, il gruppo ha riconquistato i fan, anche grazie al biopic The Dirt che ha raccontato anche alle nuove generazioni la loro storia e la loro carriera, sullo sfondo della fervida e folle scena musicale della Los Angeles degli anni ’80. Questa nuova popolarità ha portato i Mötley Crüe a scegliere di tornare a esibirsi dal vivo, nonostante si siano ormai ritirati dalle scene da qualche anno. Purtroppo la pandemia ha bloccato lo Stadium Tour previsto quest’anno insieme ai Def Leppard e ai Poison. L’appuntamento con questo revival del glam rock è stato così rinviato al 2021.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Virgin Radio Rock Party
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Virgin Rock Hits
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Nandi Bushell ha realizzato la la drum cover di We Are The Champions dei Queen. Guarda il video
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Classic Rock