Nirvana, ecco perché Dave Grohl non parla mai degli ultimi giorni di vita di Kurt Cobain

Rock News

Nirvana, ecco perché Dave Grohl non parla mai degli ultimi giorni di vita di Kurt Cobain

Per il frontman è stato molto difficile accettare la morte dell’amico

La morte di Kurt Cobain è stata una delle tragedie più grandi del rock: i Nirvana erano all’apice del successo e per Dave Grohl e Krist Novoselic fu davvero difficile da accettare, perché di colpo persero sia il loro amico e compagno di band che la possibilità di proseguire con quella che sembrava una brillante carriera.

Dave Grohl in seguito è riuscito a rialzarsi e a tornare a suonare e oggi è il frontman dei Foo Fighters, un gruppo di grande successo. Tuttavia, per lui, parlare di quanto accadde nel 1994 è ancora molto difficile perché è una ferita ancora aperta. Dopo la morte di Kurt, Grohl spiegò che nessuno di loro sospettava che potesse suicidarsi; tuttavia, il musicista ha anche ammesso che nell’ultimo periodo prima della tragedia la situazione stava diventando sempre più strana.

Grohl definì la rapida ascesa del gruppo verso il successo come una sorta di “turbine” che li travolse tutti: “Purtroppo i Nirvana divennero troppo grandi troppo velocemente – disse in una vecchia intervista – le band sono come famiglie che attraversano momenti di dispiacere e di dolore crescente. Se questo accade tutto insieme, è semplicemente qualcosa di troppo grande da sopportare”.

Dave ha sempre descritto il Kurt che conosceva come una persona goffa e cordiale, un amico con il quale era piacevole trascorrere del tempo. Tuttavia, l’aver raggiunto la fama in così breve tempo probabilmente ha avuto un impatto molto forte su di lui, spingendolo verso il baratro e verso l’abuso di sostanze stupefacenti, come l’eroina. Grohl, invece, smise di assumere droghe durante l’adolescenza: tra i due, dunque, c’erano molte differenze per quanto riguarda lo stile di vita e di sicuro questo generò qualche tensione tra di loro. Secondo Society of Rock, nell’ultimo periodo della sua vita, Kurt Cobain entrò in conflitto con i suoi compagni di band, sia per l’abuso di droga che per l’ingombrante presenza della moglie Courtney Love nella sua vita.

Nonostante questo, tra Kurt e Dave c’era una forte e sincera amicizia ma quest’ultimo non riuscì comunque a rendersi conto di quanto fosse profondo ormai il disagio che l’amico stava provando: è anche per questo che, ancora oggi, il frontman dei Foos fa fatica a parlare di quel periodo. L’unica cosa che ha detto più volte in proposito durante le interviste è: “Le cose degenerarono verso la fine”.

L’ultimo concerto dei Nirvana fu a Monaco, in Germania: dopo quello show, Kurt sembrava deciso ad andare in riabilitazione non appena tornato a casa, a Seattle, dove arrivò alla fine di quella settimana. Le cose, però, purtroppo non andarono come previsto. Dopo la tragedia, per Dave Grohl fu davvero difficile andare avanti: per un periodo smise del tutto di suonare, perché il dolore era ancora troppo forte. Ha avuto bisogno di tempo per elaborare il lutto ma alla fine ci è riuscito anche grazie alla musica, impiegando tutte le sue energie nel mettere in piedi una band tutta sua, quella che poi ha preso il nome di Foo Fighters.

Alla fine Dave è riuscito a uscire da quel periodo nero e il successo del suo gruppo dimostra che, nei Nirvana, Kurt Cobain non era l’unico ad avere talento. In ogni caso, anche se ancora oggi non riesce ad aprirsi e a parlare di quell’ultimo terribile periodo, il ricordo dell’amico è sempre forte e vivo dentro di lui.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Rock Ballads
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: AC/DC
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio On-Air
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: AEROSMITH