U2, Bono scrive un'appassionata lettera a Iggy Pop: "Grazie a Lust For Life ho capito cosa significa fare musica"

Rock News

U2, Bono scrive un'appassionata lettera a Iggy Pop: "Grazie a Lust For Life ho capito cosa significa fare musica"

Il frontman dei U2 ha stilato la raccolta delle 60 canzoni che gli hanno salvato la vita, tra gli artisti anche Iggy Pop

Bono ha compiuto da poco 60 anni e, in occasione di questo importante traguardo, ha voluto stilare la raccolta delle 60 canzoni - una per ogni anno che ha vissuto - che gli hanno letteralmente cambiato la vita. Il frontman degli U2 ha reso omaggio così alla musica, quella che lo ha accompagnato fin da bambino, quella che lo ha stupito quando era adolescente, quella che lo ha ispirato e quella con cui ancora oggi sogna. 

Una rassegna di 60 artisti, uno più talentuoso dell'altro, che vanno da Patti Smith ai Joy Division, da Lou Reed a David Bowie, da Prince a Johnny Cash. Ognuno di questi ha significato qualcosa per Bono. E per ognuno, il cantante ha scritto una lettera di ringraziamento, spiegando il perché della scelta. Ce ne una che spicca tra le altre ed è quella dedicata a Iggy Pop. Grazie a "Lust For Life", Bono ha capito cosa vuol dire fare musica a un certo livello e non poterlo mai raggiungere: "Abbiamo pensato: se Iggy ce l’ha fatta, tutti possiamo… ciò alla fine non si è rivelato vero", ha scritto. 

Il cantante si è concentrato sul lirismo di Iggy, sul suo entusiasmo, sul suo implacabile desiderio di esibirsi al massimo livello immaginabile. Per Bono è stato un esempio.

Ecco la versione integrale della lettera. 

"Caro Iggy,

la tua immagine così piena di vita che hai sulla copertina dell’album "Lust For Life" è stata d'ispirazione per me e i miei amici. Abbiamo pensato: "se Iggy ce l’ha fatta, possiamo fare tutto"… anche se non era del tutto vero. Nonostante la credenza che il rock porti alla morte, è stato eccitante e coraggioso sentirti cantare queste parole:

“I'm through with sleeping on the
Sidewalk - no more beating my brains
No more beating my brains”
…E il set era così perfetto:
“Here comes Johnny Yen again
With the liquor and drugs
And the flesh machine
He's gonna do another striptease”

"La voce che canta queste parole ha trascinato così tanti di noi. Quella testa dura come una roccia… ma se sei stato così stupido da perdere la parte intellettuale di Iggy Pop, la parte istintiva era lì per te… in parte animale / in parte d'animo, è stata una scarica di adrenalina vederti saltare dal palco verso di noi, abbattendo la quarta parete con la testa. C’è qualcosa di fastidioso nella distanza di sicurezza che separa gli artisti dal loro pubblico, ma nessuno ha portato una tale violenza nell’attraversare quel fossato come te.

Il palcoscenico di solito è una situazione di primo piano che offre importanza, come una corona… il rock è feudale. Ci è sembrato che ti stessi ribellando a te stesso, come se buttassi via la tua corona… o qualcosa del genere.
Forse sono meno di una dozzina gli artisti che ho sentito così scontenti della gerarchia del palcoscenico e della sua separazione dal pubblico, che potrebbero lasciare il palco da un momento all’altro per entrare nella tua vita e seguirti verso casa… che è il desiderio di tutti i gli sceneggiatori, che lo spettacolo dormi accanto a te e che si svegli lì accanto il giorno dopo.
Ne sono stato testimone con Steven Berkoff e Olwen Fouéré nel SALOMÉ di Wilde. Ne sono stato testimone con Mark Rylance nel GERUSALEMME di Jez Butterworth. Daniel Day Lewis in realtà è uscito dal palco durante l’HAMLET. Sean Penn lo fa nei film, anche Ben Mendelsohn. Robert De Niro avrebbe potuto inventarlo. Nel mondo del rock forse Eddie Vedder potrebbe condividere un taxi verso casa con il suo pubblico. Patti Smith è solita raggiungere il palco passando in mezzo al suo pubblico.

Ma tu, Iggy, potresti saltare fuori dalla tua pelle per raggiungerci.
Grazie per il sangue, il sudore e le lacrime di gioia.

Il tuo fan,
Bono"

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio Classic Rock
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock 2K
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock '80
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
Virgin Radio Rock Party
 
Virgin Radio On-Air