Ozzy Osbourne ha il morbo di Parkinson. "Adesso spero nel sostegno dei fan perché ho bisogno di loro”

Rock News

Ozzy Osbourne ha il morbo di Parkinson. "Adesso spero nel sostegno dei fan perché ho bisogno di loro”

Il Principe delle Tenebre ha rotto il silenzio raccontando la verità sulle sue condizioni di salute

Il 2019 è stato uno dei peggiori anni della vita di Ozzy Osbourne: prima un’influenza sfociata in polmonite, poi un’infezione e infine una brutta caduta lo hanno costretto a un lungo periodo di convalescenza e a posticipare molti concerti del suo tour. Adesso sta meglio, si sta riprendendo e molti live sono stati riprogrammati, a breve uscirà il suo nuovo album Ordinary Man, anticipato dall’omonimo singolo con Elton John e da altri due brani ma, nonostante queste belle notizie, sulle sue reali condizioni di salute continuano a circolare da tempo le voci più disparate.

Sarà forse anche per questo che alla fine è stato lo stesso Ozzy a decidere di fare chiarezza. Il Principe delle Tenebre, insieme alla moglie Sharon, ha rilasciato un’intervista esclusiva a Robin Roberts per Good Morning America e ha rivelato come stanno davvero le cose: lo scorso febbraio ha scoperto di avere il morbo di Parkinson, una malattia neurodegenerativa con un decorso molto lento nella maggior parte dei casi ma che ad oggi non ha ancora una cura.

Sono stati i figli ad accorgersi per primi che il padre non stava bene: “La cosa più brutta è vedere qualcuno che ami soffrire – ha detto Kelly in proposito – per noi è come se si fossero ribaltati i ruoli. Adesso siamo noi a dover dire ‘Riprenditi, forza, dobbiamo tutti accettare ciò che sta accadendo per superarlo’. Ma ci è voluto un po’ per far sì che tutti fossimo sulla stessa lunghezza d’onda”. Sembra dunque che la famiglia Osbourne abbia preferito affrontare la delicata situazione in privato prima di condividere la notizia con il mondo. 

Ma adesso Ozzy ha sentito l’esigenza di dire la verità ai suoi fan e di mettere a tacere le voci infondate: “Per me è difficile nascondere qualcosa, non ti fa stare bene con te stesso e ti fa sentire colpevole. Io non sono bravo a tenere i segreti – ha spiegato – non riuscivo più a conviverci anche perché ormai ho finito le scuse”. Per rallentare il decorso della malattia, adesso Ozzy sta assumendo dei farmaci per i nervi: “Lo scorso anno ci ha messo davvero a dura prova – ha raccontato l’artista - A causa dell’intervento che ho subito, ho un intorpidimento al braccio, mentre le mie gambe continuano a essere fredde. Non so se dipenda dal Parkinson o da altro, questo è il problema. Non ho mai sentito parlare di dolore ai nervi, ma è una sensazione davvero strana. È stato quando ho subito l’intervento al collo che ho iniziato ad avere problemi con i nervi. Ed è così che mi è stato diagnosticato il Parkinson”.

È il Parkinson 2 – ha specificato Sharon – una forma di Parkinson. Ci sono molti tipi diversi di questa patologia”. Ozzy ha voluto anche smentire le terribili voci che lo volevano già in fin di vita: “Questa malattia non è neanche lontanamente una condanna a morte – ha sottolineato – però è qualcosa che colpisce i nervi. È come se vivessi una bella giornata, poi un’altra bella giornata e poi una giornata veramente brutta. Se ho aspettato a dirlo è anche perché inizialmente non sembrava un problema. Sharon mi diceva che sembravo diverso ma io non notavo nulla di strano. Poi il dolore è diventato costante. I primi sei mesi sono stati una vera agonia – ha raccontato – dicevo a Sharon ‘Non mi stai dicendo la verità, sto morendo, non è vero?’. Ho pensato di avere una malattia terminale perché i miglioramenti erano veramente lenti. Adesso sto meglio, ma dopo l’operazione ricordo che l’infermiera mi ha chiesto quanto dolore sentissi in una scala da 1 a 10 e io ho risposto 55! Svegliarsi e non riuscire a muoversi per 6 mesi significa avere un’esistenza infelice”.

La diagnosi ha unito ancora di più la famiglia Osbourne che, tra l’altro, in passato ha già dovuto fare i conti con una malattia neurodegenerativa: nel 2012, infatti, Jack Osbourne ha scoperto di avere la sclerosi multipla per questo motivo ha spiegato di riuscire a comprendere cosa provi suo padre adesso. Dal canto suo, Ozzy, in realtà si preoccupa di più per i suoi cari che per sé stesso: “Provengo dalla classe operaia – ha spiegato il cantante – odio deludere le persone. Odio non fare la mia parte. È per questo motivo che mi scoraggio quando vedo mia moglie che va a lavoro, i miei figli che vanno a lavoro, tutti che fanno il massimo per essermi d’aiuto, mentre io non posso contribuire alla mia famiglia. Tuttavia – ha però sottolineato – mettiamola così, sto molto meglio adesso di come stavo a febbraio, quando ero davvero sotto shock”.

È stato proprio grazie all’amore dei suoi familiari se Ozzy ha trovato la forza per tornare in studio a fare ciò che da sempre lo rende felice. “Tutti noi abbiamo avuto un ruolo in questo – ha raccontato Kelly – L’unica cosa che mi sono chiesta è stata ‘cosa posso fare per farlo sorridere?’. So che entrare in studio di registrazione lo rende felice, ecco perché l’ho portato lì”. Ed è così che il Principe delle Tenebre è tornato a lavoro per realizzare Ordinary Man.

Ma la sua battaglia contro la malattia non può fermarsi: Sharon ha spiegato che ormai hanno consultato tutti gli specialisti negli Stati Uniti, ecco perché ad aprile andranno in Svizzera nella speranza di poter provare qualche cura sperimentale. Ed è proprio adesso che Ozzy, oltre che di quello della famiglia, ha bisogno del sostegno dei suoi fan: “Sono il mio ossigeno – ha spiegato – adesso mi sento meglio. Ho accettato il fatto di avere il morbo di Parkinson. Non vedo l’ora di stare meglio e di tornare in tour, è questo che mi uccide. Voglio che lo sappiate, quella è la mia droga – ha sottolineato per poi concludere - Adesso spero solo che i miei fan tengano duro, che siano lì a sostenermi perché ho bisogno di loro. Voglio vedere la mia gente. Mi mancano così tanto”.

Nonostante quello che sta vivendo, sembra proprio che Ozzy non abbia alcuna intenzione di rinunciare a incontrare i suoi fan nel tour in programma nei prossimi mesi, perché è proprio questo che lo aiuterà a farsi coraggio e ad andare avanti: il calore del suo pubblico. “Quello appena trascorso è stato il periodo più lungo che ha passato a casa in tutta la sua vita. Adesso ha bisogno di uscire di nuovo. Tornerà sul palco – assicura Sharon – tornerà a fare ciò che ama di più. Io lo so”.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

Virgin Radio On-Air
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Webradio Virgin Radio Rock '80
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Hard Rock