Bon Jovi: Desmond Child ha rivelato quanto guadagna all'anno come co-autore di Livin' On A Prayer nell’era dello streaming!

Bon Jovi: Desmond Child ha rivelato quanto guadagna all'anno come co-autore di Livin' On A Prayer nell’era dello streaming!

"Gli artisti hanno ottenuto il bastoncino più corto, quando tutto è diventato disponibile", ha spiegato il cantautore

Durante un'apparizione per Talk Is Jericho (il podcast dell’ex wrestler Chris Jericho), il cantautore Desmond Child ha discusso dello stato attuale dell'industria musicale e di quanto meno redditizio sia oggi, nell'era dello streaming, il suo mestiere.

Desmond ha usato il successo dei Bon Jovi del 1986, Livin' On A Prayer, di cui è stato co-autore con Jon Bon Jovi e con il chitarrista Richie Sambora, come esempio: "L'anno scorso, Livin' On A Prayer ha ottenuto mezzo miliardo di flussi streaming tra Pandora e Spotify. E il mio compenso è stato di 6.000 dollari. Tutto qui. I cantautori hanno ottenuto il bastoncino più corto da quando tutto è diventato disponibile; ed è per questo che abbiamo combattuto. Sempre l’anno scorso, infatti, abbiamo portato a casa una vittoria con l’approvazione del Music Modernisation Act (provvedimento che aggiorna le disposizioni riguardanti il diritto d'autore, affrontando le sfide della tutela del copyright nell’era digitale NdR.) ma ci vorranno sei, sette anni per notare la differenza. Un inizio che ha fatto capire, però, a tutti che scrivere canzoni è un mestiere. Prima con un brano eravamo in grado di sfamare una famiglia, mentre ora non è così. Spero solo che la Cina, per esempio, cominci a pagarci le royalties, invece di limitarsi a produrre copie delle nostre canzoni e ad ignorare le nostre leggi sul copyright. È tempo che tutti i Paesi rispettino la proprietà intellettuale”, ha aggiunto.

Desmond ha anche commentato l'impatto di Livin' On A Prayer sulla vita di molti fan: "Andando ad un concerto dei Bon Jovi, Jon non la canta mai prima dell'ultima canzone del bis. Eppure, nessuno se ne va, senza ascoltare quel brano. Lo aspettano, ma poi quando la band lo suona non riesci a sentirlo, perché tutto quello che senti è la gente che urla a squarciagola come se la loro vita dipendesse da quell'inno. Un’esperienza incredibile: vedi persone di 70, 80 anni, con i capelli bianchi, e insieme a loro i più giovani. Tre o quattro generazioni che amano la stessa canzone e io mi sento molto soddisfatto”.

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
Virgin Radio Hard Rock
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Rock Hits
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
Ramones - The KKK Took My Baby Away
 
Virgin Radio Classic Rock
 
Virgin Radio Rock '90
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Rock '80