John e Jim Belushi, la storia del grande legame tra i due fratelli nel nome del cinema e del blues

Rock News

John e Jim Belushi, la storia del grande legame tra i due fratelli nel nome del cinema e del blues

Cresciuti insieme in un quartiere povero di Chicago i fratelli Belushi percorsero insieme i primi passi nel mondo della recitazione

Quando John Belushi muore come una rockstar per overdose nel suo bungalow nell’hotel Chateau Marmont di Hollywood il 5 marzo del 1982 (dopo aver ricevuto la visita di due amici, Robin Williams e Robert De Niro e quella dell’attrice del Saturday Night Live Catherine Evelyn Smith che viene arrestata per avergli dato la dose letale e trascorre quindici mesi in prigione), il suo posto negli spettacoli dei Blues Brothers viene preso dal fratello Jim Belushi, cresciuto con lui a Wheaton, periferia di Chicago con una irrefrenabile passione per la recitazione.

I Belushi sono una famiglia numerosa di origine albanese (oltre a John e Jim ci sono la sorella maggiore Marian e il fratello minore Billy): «Da bambini ascoltavamo sempre i dischi di commedia per dimenticarci di quello che vedevamo intorno a casa  e nel quartiere» ha raccontato Jim Belushi. Anche lui come John inizia a recitare con la compagnia di teatro comico The Second City, debutta nel 1978 nella sitcom Who’s Watching the Kid ottiene una piccola parte al cinema nel film The Fury di Brian De Palma e il primo ruolo importante in Thief (Strade Violente) del 1981 il primo film del regista di azione Michael Mann.

Nel frattempo suo fratello diventa una star mondiale grazie a The Blues Brothers che esce il 20 giugno 1980, guadagna 115 milioni di dollari e lancia la band di leggende del blues guidata da Dan Aykroyd e John Belushi in un tour in America da cui viene tratto il loro terzo album, Made in America (il primo è Briefcase Full of Blues, registrazione di un concerto a Hollywood del 1978, il secondo è la colonna sonora di The Blues Brothers).

Jim Belushi ha raccontato di aver ricevuto molti consigli da suo fratello su come muoversi nel mondo dello show business americano. Ha detto che non è stato facile per lui riuscire a farsi avanti e superare la scomparsa di John, ma di aver sempre pensato al suo entusiasmo e alla sua energia per continuare a provarci. Tra il 1983 e il 1985 entra nel cast del Saturday Night Live, lo stesso show in cui suo fratello ha fatto la storia della comicità americana e ha presentato per la prima volta i Blues Brothers, poi fa un cameo in una delle commedie più amate di tutti i tempi, “Una poltrona per due” di John Landis del 1983, due anni dopo si fa notare al fianco di Tom Hanks in “L’uomo con la scarpa rossa” e da allora la sua carriera decolla con oltre sessanta film tra commedie, thriller, film di azione e serie televisive, compresa l’ultima uscita nel 2020 sulla sua attività di coltivatore di cannabis nella sua fattoria in Oregon, intitolata Growing Belushi. Il suo legame con il fratello continua sul palco: nel 2003 Jim Belushi ha realizzato con Dan Aykroyd l’album “Have Love Will Travel” e fin dagli anni 90 è stato al suo fianco sul palco e in tour con il nome di Zee Blues. La loro esibizione più spettacolare è stata nel 1997 all’halftime show del Superbowl in Louisiana, insieme agli ZZ Top e a James Brown.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Jim Belushi (@jim_belushi)

Foto

Video

Concorsi

WEBRADIO tutte

ROCKSTAR: AC/DC
 
ROCKSTAR: QUEEN
 
Virgin Radio Classic Rock
 
ROCKSTAR: AEROSMITH
 
Virgin Radio On-Air
 
Virgin Radio Hard Rock
 
Virgin Radio Rock Party
 
ROCKSTAR: PINK FLOYD
 
ROCKSTAR: BON JOVI
 
Virgin Radio Rock 2K
 
Virgin Radio Rock '80
 
Guano Apes - Open Your Eyes
 
ROCKSTAR: ROLLING STONES
 
webradio Virgin Radio Rock '70
 
Virgin Radio Rock Ballads
 
ROCKSTAR: OASIS
 
Virgin Rock Hits
 
ROCKSTAR: GUNS N' ROSES
 
Virgin Radio Rock '90
 
Webradio Virgin Radio Rock Alternative