Clapton, Eric

Eric Clapton è uno dei più importanti chitarristi della storia del rock.

Nato nel 1945, trascorre i primi anni della sua carriera militando in diversi gruppi: negli Yardbirds e nei BluesBreakers, negli anni '60, dove è inizialmente solo un musicista ma con un già inconfondibile stile blues.

La sua fama cresce fino a permettergli di formare i Cream, dove è una stella fra le stelle, e il cui suono fonde il blues con la psichedelia. Alla fine di quella esperienza, Clapton entra a fare parte di diversi altri supergruppi, tra cui i Blind Faith e Derek & The Dominos, ma è costretto a fermarsi per un periodo per riprendersi dalle sue dipendenze. Riemerge nei primi anni '70 e produce i suoi dischi solisti più famosi, "461 Ocean Boulevard” (1974) e soprattutto "Slowhand” (1977).

La carriera solista continua nei decenni successivi, in cui flirta anche con il pop, allontanandosi dalle radici blues ma scalando le classifiche mondiali. La sua vita privata è spesso sulle pagine dei giornali: dopo una lunga e tormentata storia con l'ex moglie di George Harrison Patty Boyd, da cui divorzia nel 1989, ha un figlio da Lory Del Santo: la tragica e accidentale morte del piccolo ispirerà una delle sue canzoni più note, "Tears in heaven” . Negli ultimi anni la carriera di Clapton ondeggia tra nuovi flirt con il pop, ritorni al blues e anche una breve reunion dei Cream.

Virgin Radio Life