Nirvana

Nirvana
Nirvana I Nirvana sono il gruppo simbolo del grunge, il movimento nato a Seattle nei primi anni ’90 che ha riportato il rock all’attenzione del mondo intero. Originario di Aberdeen (stato di Washington), il trio guidato da Kurt Cobain esordisce come indipendente per la Sub Pop Records nel 1989. Poco dopo viene messo sotto contratto dalla major Geffen, che nel 1991 pubblica “Nevermind”: trainato dal singolo “Smells like teen spirit”, l’album fa nascere un movimento non solo musicale ma anche giovanile, che dà voce al disagio e al nichilismo del periodo. Frotte di gruppi iniziano ad imitare il suono e il look della band, che però avverte il peso del successo. In particolare Cobain ne sembra schiacciato. Nel 1993 esce “In utero”, decisamente meno accessibile del lavoro precedente. Cobain, nel frattempo, si è sposato con la rocker Courtney Love (Hole): l’instabilità e le intemperanze di entrambi diventano un ghiotto boccone per i media, che li tengono costantemente nel mirino. Durante il tour europeo di “In Utero”, Cobain tenta una prima volta il suicidio; la fa finita poco dopo, nell’aprile 1994, sparandosi un colpo di fucile nella sua casa di Seattle. I Nirvana diventano immediatamente una leggenda, con relative pubblicazioni postume e lotte per controllarne l’eredità. Dei membri sopravvissuti, solo il batterista Dave Grohl riesce a rifarsi una vita fondando i Foo Fighters, mentre le apparizioni musicali di Kirst Novoselic sono rare e incostanti.

Virgin Radio Life